Perugia, Villa Umbra, seminario: strumenti per inclusione sociale persone disabili

Villa Umbra
Villa Umbra
Villa Umbra

(umbriajournal.com) PERUGIA – Martedì 8 Aprile 2014 dalle ore 9,00 presso la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica – Villa Umbra, si terrà una giornata di studio e di approfondimento per condividere gli strumenti applicativi e di conoscenza legati alla Convenzione ONU sui diritti delle Persone con disabilità e all’ICF – International Classification of Functioning, Disability and Health.

L’apertura dei lavori sarà tenuta da Alberto Naticchioni, Amministratore Unico della Scuola, dalla Vice Presidente Giunta Regionale e Assessore Istruzione e Welfare e dal Sindaco di Perugia e Presidente ANCI Umbria. Gli interventi della mattinata, moderata da Raffaele Goretti, Presidente Osservatorio Regionale, saranno tenuti da Alessandro Maria Vestrelli, Dirigente Servizio Programmazione e sviluppo della rete dei servizi sociali e integrazione socio-sanitaria che presenterà le linee strategiche della Programmazione Regionale; da Carlo Francescutti, Dirigente Coordinamento Socio-sanitario e Gianpiero Griffo, Esecutivo mondiale DPI, i quali approfondiranno rispettivamente il linguaggio dell’ICF: strumento e opportunità e le azioni inclusive per l’applicazione della Convenzione ONU sui diritti delle Persone con disabilità.

Nel pomeriggio seguiranno una lettura dell’ICF nella Regione Umbria – di Mauro Zampolini, Coordinatore Rete Riabilitativa Umbra – ed un’analisi delle Criticità e buone prassi, il punto di vista di Associazioni ed Operatori. Concluderà la giornata la Vice Presidente Giunta Regionale . Il Convegno nasce a seguito dell’istituzione da parte della Regione Umbria dell’Osservatorio regionale sulla condizione delle Persone con disabilità. I compiti dell’Osservatorio, così come formulati dall’art. 41 bis della L.R. n. 26/09, presentano sia una valenza conoscitiva che una valenza programmatica e si possono riepilogare in: raccolta e gestione dell’informazione statistica sulla condizione delle persone con disabilità, elaborazione di documenti, orientamenti programmatici ed attuazione delle politiche.

L’Osservatorio ha di fronte una sfida complessa ma al tempo stesso un’opportunità unica per far evolvere e migliorare l’informazione sulla disabilità e nel contempo dare un contributo al miglioramento della coerenza ed efficacia delle politiche. Per uniformare e condividere le procedure di approccio ai temi indicati, si rende indispensabile elaborare “una lingua comune” ed una unità di intenti che possano efficacemente affrontare i nuovi scenari posti dalla Convenzione ONU.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*