Giustizia, lettera sindaci Foligno, Assisi, C.di Castello e Todi a presidenti tribunali: “Disponibilità per utilizzo attuali sedi giudiziarie”

Problema occupazionale tirocinanti dell'amministrazione giudiziaria
Giustizia

Giustizia(umbriajournal.com) PERUGIA – Riconfermano la propria disponibilità “per fare in modo che gli immobili, attualmente adibiti a sedi di sezioni distaccate di Tribunali, possano essere ancora utilizzati per lo svolgimento dell’attività giudiziaria e, in particolare, dal Tribunale di Perugia che, in questa delicata fase di transizione, si trova ad affrontare una complessa riorganizzazione”. E’ la posizione congiunta espressa in una lettera inviata dai sindaci di Foligno, Nando Mismetti, di Assisi, Claudio Ricci, di Città di Castello, Luciano Bacchetta e di Todi, Carlo Rossini, al presidente della Corte d’Appello di Perugia, Wladimiro De Nunzio, al presidente del Tribunale di Perugia, Aldo Criscuolo, al presidente del Tribunale di Spoleto, Emilia Bellina, oltre che alla presidente della giunta regionale, Catiuscia Marini. Nella lettera si sottolinea che “in riferimento alla riorganizzazione degli uffici giudiziari, che sta trovando concreta attuazione proprio in questi giorni, con notevoli disagi sia per i cittadini sia per gli operatori della giustizia, con la presente si intende riconfermare la disponibilità già espressa dai Comuni di Foligno, Assisi, Città di Castello e Todi e ribadita tempo fa dalla stessa Presidente della Regione Umbria. A tal fine, si manifesta la disponibilità dei citati Comuni a farsi carico delle spese di funzionamento e di gestione degli immobili stessi per tutto il periodo necessario a completare una organizzazione idonea a soddisfare le giuste esigenze dei cittadini e di tutti gli operatori. La suddetta proposta è finalizzata a limitare tali problematiche e a ribadire la sensibilità dei sopracitati Comuni verso il servizio giustizia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*