Catiuscia Marini prende la parola in aula, interviene per un motivo politico e non solo 🔴LIVE

Catiuscia Marini prende la parola in aula, interviene per un motivo politico e non solo

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha respinto le dimissioni della presidente della Regione Catiuscia Marini, Pd, presentate in seguito all’indagine sui concorsi all’ospedale di Perugia. Lo ha fatto approvando con 11 voti favorevoli e otto contrari sulla mozione della maggioranza che chiedeva a Marini a recedere dal suo atto. Ora spetterà  a Marini, che ha preso la parola in aula, decidere se confermare o meno le dimissioni.

La presidente ha detto di intervenire per un motivo «politico, la valutazione non può essere dunque personale». Ho attivato l’articolo 64 perché questa indagine non sviluppa esclusivamente dei profili penali singoli. La sorte della legislatura non può non tenere conto di quanto ascoltato in questa aula. Non c’è alcun interesse personale a rimanere, e non c’è per un presidente al secondo mandato. E non c’è neanche interesse meramente istituzionale».

La rassegna stampa

Commenta per primo

Rispondi