Assemblea regionale dell’Umbria approva la manovra di bilancio

Con i voti favorevoli della maggioranza, contrarie le minoranze

 
Chiama o scrivi in redazione


Regione: Assemblea Umbria approva la manovra di bilancio 

Regione: Assemblea Umbria approva la manovra di bilancio

L” Assemblea legislativa ha approvato a maggioranza (12 sì di Lega, FdI, FI, Tesei per l” Umbria e otto no di Pd, M5S, Patto civico, Misto) le Disposizioni collegate alla legge di stabilità 2021-2023, le Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2021-2023 (legge di stabilità regionale 2021) e il Bilancio di previsione della Regione Umbria 2021-2023. Prima del voto complessivo sui tre atti della manovra di bilancio, l” Aula ha dato il libera ad alcuni emendamenti su “Semplificazione procedura nomine che riguardano più Regioni” (Ufficio di presidenza, Eleonora Pace (FdI), Tommaso Bori (Pd); “Modifiche legge su attività estrattive e di cava” (Giunta regionale); “Avvocatura regionale quale struttura speciale della Regione” (Giunta); “modifica modalità di svolgimento della relazione del Difensore civico regionale (Ufficio di presidenza); “Integrazione delle funzioni delle Unioni dei Comuni” (Giunta regionale); “Attribuzione risorse umane e strumentali facenti capo al Seu non più a Sviluppumbria ma al Consorzio Villa Umbra” (Giunta); “modifica modalità di nomina dei direttori sanitari e amministrativi delle Asl” (Lega); “Parere obbligatorio, annuale, della Commissione sui criteri per la destinazione delle risorse derivate dai canoni di concessione degli impianti idroelettrici” Thomas De Luca (M5s) e Fabio Paparelli (Pd); “Consentire ai comuni danneggiati dal terremoto del 1997 di ottenere 24 mesi per espletare gli adempimenti previsti dalla legge” (Giunta regionale); “Incrementare di 50mila euro all” anno il fondo per il rimborso dei danni causati ad agricoltori e allevatori dalla fauna selvatica”, De Luca.

© Protetto da Copyright DMCA

Respinte invece le proposte di modifica che miravano ad “Aggiungere causa di esclusione dalle nomine regionali relativa ai candidati alle elezioni regionale per i 24 mesi successivi all” elezione stessa” Simona Meloni (Pd); “Mantenere ruolo di informazione e supporto di Sviluppumbria verso le aziende rispetto ai programmi comunitari” Vincenzo Bianconi (Misto); “Ripristinare piena attività e funzionalità del registro tumori” De Luca; “Stanziare un milione di euro aggiuntivi per la manutenzione stradale urgente” (Pd); “Incrementare gli interventi regionali in favore dell” innovazione tecnologica delle imprese” (Meloni e Donatella Porzi, Pd).

Bocciati anche i cinque ordini del giorno presentati dai gruppi di minoranza su “Procedere all” individuazione delle risorse per l” adeguamento della struttura ” Ex Milizia” di Terni al fine di destinarla alle cure all” isolamento dei malati Covid-19 in modo complementare all” attività degli ospedali di Terni e Perugia nel più breve tempo possibile” De Luca- Paparelli (sette sì della minoranza, nove no della maggioranza, tre astenuti, Squarta, Pace, FdI, Enrico Melasecche, Lega); “Reperire le risorse necessarie nell” ambito del Bilancio di previsione 2021-2023 della Regione Umbria (Legge di Bilancio previsionale regionale 2021) per finanziare, anche a stralcio, il laboratorio di emodinamica di Orvieto al fine di dare piena e concreta attuazione alla mozione unitaria approvata all” unanimità in data 26 maggio 2020 ” Previsione di una struttura di emodinamica e di cardiologia interventistica presso l” ospedale di Orvieto” Paparelli (otto sì della minoranza, 10 no della maggioranza, due astenuti, Squarta e Pace); “Impiegare maggiori fondi per l” ampliamento dei canali di vendita e sostenere le imprese per le quali la digitalizzazione e l” introduzione dell” e-commerce potranno offrire maggiori opportunità; ad incrementare le risorse, anche nei confronti delle imprese che stanno riorganizzando i processi produttivi o gli spazi commerciali ed alle aziende che stanno studiando nuovi prodotti o servizi attraverso l” introduzione di nuovi processi produttivi; ad impegnare adeguate risorse al fine di concedere contributi economici diretti a favore di famiglie e imprese del territorio umbro che più duramente stanno subendo i colpi della crisi economica in corso”, Gruppo Pd (12 no della maggioranza e 8 sì della minoranza); “Definire quanto prima un piano organico e partecipato con enti locali, associazioni di settore sulle politiche giovanili, a presentarlo in sede di terza Commissione e a sostenere le politiche giovanili con gli strumenti finanziari congrui e necessari” Andrea Fora, Patto civico, (12 no della maggioranza e otto sì della minoranza); “Rilanciare politiche di recupero delle aree rurali colpite da spopolamento nella riqualificazione delle aree urbane economicamente, socialmente ed urbanisticamente degradate, promozione della partecipazione dei cittadini alla gestione dei beni e servizi collettivi mediante anche la promozione e facilitazione della sviluppo di cooperative di comunità dando pieno vigore alla legge 2 del 2019” Fora (12 no della maggioranza e sette sì della minoranza).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*