Turismo a Cascia, boom di presenze a Pasqua

cascia(umbriajournal.com) CASCIA – Protagonista indiscussa del turismo della Valnerina, la città di Santa Rita si riconferma essere un polo attrattivo di grande richiamo per pellegrini e visitatori. Dopo il grande afflusso registrato con le festività pasquali, anche l’imminente ponte del 25 aprile sta dimostrando il valore dell’offerta turistica e dell’accoglienza di cui Cascia è capace. Boom di presenze in città e alberghi pieni, questo lo scenario che si è presentato nei giorni scorsi, durante il fine settimana di Pasqua. Tanti i pellegrini giunti a Cascia per visitare quei luoghi mistici che da sempre la caratterizzano e che sono pervasi dalla fede e dal messaggio di Santa Rita, ma molti anche i visitatori, coloro che hanno scelto la città per trascorre in serenità le proprie vacanze, tra musei, chiese, passeggiate e un paniere di prodotti agroalimentari di grande e riconosciuta qualità.

Un panorama di grande positività per il mondo turistico dell’intera Valle del fiume Nera, sempre più capace di generare numeri considerevoli all’interno del flusso generale della Regione Umbria. Numeri che, stando ai primi contatti con il territorio in questione, si ripeteranno sicuramente per l’ormai prossimo ponte legato alla ricorrenza del 25 aprile. Le strutture ricettive hanno infatti già raggiunto dei risultati promettenti, che sembrano essere in rapida crescita.

Cascia è nuovamente pronta ad accogliere tutti coloro che l’hanno già scelta e che la sceglieranno per questi tre giorni di festa. Da non perdere il concerto dell’Orchestra Giovanile di fiati dello Stretto “V. Leotta” da Reggio Calabria, che si terrà domani sera alle 21, presso la splendida Chiesa di San Francesco. L’Orchestra, diretta da Alessandro Monorchio, è composta da bambini e ragazzi che vanno dai 6 ai 18 anni e propone la propria musica come viaggio all’interno della vita e come esperienza di sé e della comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*