Melasecche, lavoriamo perché treno sia marchio dell’Umbria 📸 [Foto gallery]

Investimenti e progetti in corso per migliorare i collegamenti e attrarre visitatori nella regione umbra

Melasecche, lavoriamo perché treno sia marchio dell’Umbria 📸 [Foto gallery]

Melasecche – La Regione Umbria si impegna nel potenziamento del servizio di trasporto ferroviario per promuovere modalità di viaggio sostenibili e attrarre visitatori. Con importanti investimenti in corso, la regione punta a trasformare il treno in un nuovo brand e ad aumentare il numero dei passeggeri dei treni regionali, già significativo con 6 milioni di viaggiatori all’anno.


L’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Melasecche, ha presentato le novità estive dell’orario ferroviario di Trenitalia durante un viaggio speciale tra Perugia e Terontola. Accompagnato da rappresentanti del comparto turistico, sindaci e amministratori locali, Melasecche ha illustrato i principali progetti di potenziamento e miglioramento dei collegamenti ferroviari della regione.

Fra gli investimenti in corso, spiccano i 105 milioni di euro destinati alla linea Foligno-Terontola, che prevedono la costruzione di una nuova stazione a Collestrada per servire l’aeroporto San Francesco d’Assisi e la ristrutturazione della stazione di Assisi per agevolare l’accesso dei turisti. Inoltre, è previsto il raddoppio selettivo di alcuni tratti della linea per ridurre i tempi di percorrenza.

La collaborazione con Trenitalia ha portato anche ad un altro importante risultato: l’Officina Manutenzione Ciclica Locomotive di Foligno, anziché quella di Foggia, si occuperà del ripristino dei treni Minuetto, che erano stati lasciati in abbandono e vandalizzati ad Umbertide. I Minuetto, una volta restaurati, torneranno a circolare sulla linea ex Fcu fra Terni e Sansepolcro, che è stata completamente riaperta, elettrificata e presenta tempi di percorrenza notevolmente ridotti grazie all’introduzione del sistema di gestione Ertms.

L’obiettivo della regione è migliorare i collegamenti ferroviari e promuovere un turismo sostenibile. L’assessore Melasecche invita gli operatori del settore turistico a sottolineare che l’Umbria sarà sempre più collegata con il treno e che i viaggiatori possono usufruire anche della soluzione bici, portando la propria bicicletta a bordo dei convogli o noleggiandone una nelle stazioni rinnovate della Fcu.

Amelia Italiano, Direttore regionale Umbria di Trenitalia, ha sottolineato che il servizio regionale di Trenitalia in Umbria ha registrato un aumento del numero di passeggeri nel 2022 e si prevede una tendenza positiva anche per il 2023, con particolare attenzione al turismo e alle offerte dedicate. Il servizio offre anche servizi intermodali per i principali borghi umbri e un collegamento Treno + Bus (Umbria AirLink) per l’aeroporto internazionale San Francesco, migliorando i collegamenti con il bacino ternano. Il servizio regionale di Trenitalia in Umbria è completamente elettrico, con un risparmio annuale di oltre 230 tonnellate di CO2.

Durante l’incontro sulla Trenitalia summer experience 2023, sono state presentate le novità dei servizi di Trasimeno Line, che offrono corse dirette tra Perugia e Chiusi senza cambio. Le corse sono estese anche a Orvieto per supportare i flussi turistici. Inoltre, sono stati potenziati i servizi per i bacini orvietano e ternano, con corse sperimentali tra Orte e Orvieto e tra Terontola e Orte. Per incentivare l’uso della bicicletta in combinazione con il treno, sono disponibili circa 600 posti per le due ruote a bordo dei treni regionali in Umbria.

Grazie agli investimenti e alle iniziative in corso, l’Umbria si propone come una meta da visitare e ammirare, spostandosi in treno e utilizzando la bicicletta, offrendo un’esperienza di viaggio sostenibile che si equipara ad altri Paesi europei.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*