Il turismo a Bevagna riparte, con “Bevagna ristoranti e bellezze a cielo aperto”

 
Chiama o scrivi in redazione


Il turismo a Bevagna riparte, con "Bevagna ristoranti e bellezze a cielo aperto"

Il turismo a Bevagna riparte, con “Bevagna ristoranti e bellezze a cielo aperto”

Il turismo a Bevagna riparte con il successo dell’iniziativa “Bevagna ristoranti e bellezze a cielo aperto”. Numerose le adesioni all’evento, così come agli itinerari proposti per scoprire le bellezze del borgo e del territorio circostante, con provenienze da diverse regioni d’Italia.

In un borgo vivo e ricco di bellezze, tra i più belli d’Italia, i visitatori hanno apprezzato l’eccellenza dei prodotti enogastronomici e l’accoglienza dei ristoratori, delle guide, del Mercato delle Gaite e di quanti hanno saputo rendere speciale questa giornata con il proprio contributo. L’iniziativa, promossa da Consorzio Tutela Vini Montefalco e Associazione Strada del Sagrantino in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, segue quella di Montefalco e fa registrare un secondo successo in un altro luogo particolarmente suggestivo dell’Umbria, con un centro storico di pregio dove si sono stratificate epoche e bellezze d’arte in un contesto paesaggistico di grande fascino. 

Venti i ristoranti aperti, sia dentro le mura che fuori, dove i visitatori hanno potuto apprezzare piatti tipici umbri abbinati ai vini tutelati dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, tutto sotto il cielo di Bevagna, in uno spazio aperto, popolato ma naturalmente distanziato, sicuro e protetto, oltre alle eccellenze artistiche e paesaggistiche del territorio, sempre in totale sicurezza e nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid.

Per l’occasione numerosi visitatori hanno potuto prendere parte ai percorsi appositamente ideati: due itinerari all’interno del centro storico – “Le vie dell’Acqua. Alla scoperta dell’antica Mevania” e “Alla scoperta dei gioielli: il Medioevo ed altre meraviglie” – e due itinerari dedicati ai borghi: “Torre del Colle: storie e sentieri al di là del castello” e “Limigiano: terra e vita di un borgo”.
Miriade, Ufficio stampa
Miriade

L’iniziativa “Bevagna, ristoranti e bellezze a cielo aperto” rappresenta il primo appuntamento dell’estate del borgo umbro. Dopo il successo registrato e l’apprezzamento riscosso dall’abbinamento tra piatti della gastronomia umbra e vini tutelati dal Consorzio, si proseguirà su questa strada anche durante i prossimi mesi. Dal 10 luglio al 30 agosto, infatti, il Comune di Bevagna promuoverà “Bevagna gioiello da gustare. Sapori, Arte e Natura nel Borgo e nei Castelli”: prenotando un pranzo o cena (menù alla carta) in uno dei ristoranti aderenti dal lunedì alla domenica si avrà la possibilità di partecipare a gratuitamente ad uno degli itinerari proposti nel weekend (promozione riservata ai primi 18 partecipanti ad ogni itinerario).

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Proloco Cantalupo Castelbuono, Mercato delle Gaite, Centro Sociale di Capro, Centro Sociale Madonna delle Grazie, Gruppo Sportivo Piandarca, Proloco Torre del Colle, Comitato Festeggiamenti Limigiano, Strada del Sagrantino e Consorzio Tutela Vini Montefalco. Continuerà anche la mostra inedita presso il Chiostro di San Domenico organizzata dall’Associazione Mercato delle Gaite, ideata e allestita dai cerimonieri e dagli artigiani delle quattro Gaite, “Artifices de la cittade de Mevania” che mostra al pubblico strumenti di lavoro, prodotti, materiali, attrezzi e manufatti protagonisti della gara dei mestieri durante il Mercato delle Gaite.

Negli orari di visita, saranno presenti nel Chiostro gli artigiani per accogliere e raccontare ai visitatori le antiche arti di Bevagna. Maggiori informazioni saranno a breve disponibili sul sito e sui canali social del Comune di Bevagna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*