I Borghi più belli d’Italia Umbri in vetrina in Israele con i prodotti tipici

Per la settimana della cucina italiana nel mondo 15 comuni Umbri proporranno bellezza ed eccellenze

I Borghi più belli d’Italia Umbri in vetrina in Israele con i prodotti tipici

Per la settimana della cucina italiana nel mondo 15 comuni Umbri proporranno bellezza ed eccellenze

Saranno 15 i borghi umbri dell’Associazione I Borghi più Belli d’Italia, protagonisti di una diretta con Israele per un progetto promozionale che vede insieme l’Ambasciata d’Italia in Israele, l’Agenzia Nazionale del Turismo, in occasione della settimana della cucina italiana nel mondo.

Di Alessandro Dimiziani Presidente Associazione I Borghi più Belli d’Italia in Umbria


Tutto è pronto per ben figurare e promuovere Bellezza ed Eccellenza di questa meravigliosa regione sempre più amata a livello internazionale, grazie all’impegno dei comuni interessati e al coordinamento dell’associazione dei Borghi più Belli d’Italia in Umbria, che grazie alla supervisione della dottoressa Emanuela Panke responsabile per Enit Israele, hanno stilato un interessante programma promozionale.

Chiaramente oltre alle bellezze artistiche ed architettoniche che i sindaci in fascia tricolore illustreranno al pubblico israeliano, ampio spazio sarà dedicato alle eccellenze enogastronomiche.

I prodotti “in vetrina”

Dalla Nociata di Massa Martana ai Picchiarelli al sugo di San Gemini, dall’olio di Montecchio al vino bruschetta e tartufo di Arrone, dalle tipicità di Monte Castello di Vibio alla Fojata nell’Accademia di cucina di Sellano, dal gelato all’olio EVO e al vino Merlot di Lugnano in Teverina alle prelibatezze di Deruta, dagli gnocchi al Sagrantino di Bevagna ai bisonti di Panicale, dal farro di Monteleone di Spoleto allo zafferano di Corciano, dalle specialità di Castiglione del Lago ai prodotti De.Co. di Monteleone di Orvieto per finire con le eccellenze enogastronomiche di Citerna e la collezione mondiale degli olivi Olea Mundi di Lugnano dove la ricercatrice Luciana Baldoni del CNR di Perugia racconterà i primi cinque anni di vita delle due varietà israeliane di olivo presenti in campo la varietà Kadesh e la Barnea.

Quindi una grande opportunità per un turismo di nicchia che inizia a guardare verso in nostri borghi in maniera convincente, che ci implica il massimo sforzo per vincere la sfida verso nuovi traguardi!!

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*