Terni Rieti, il ponte sul Velino è in realtà lo snodo decisivo

 
Chiama o scrivi in redazione


Domenico Valentini, sulle elezioni suppletive Napoli Roma Umbria sud
Domenico Benedetti Valentini

Terni Rieti, il ponte sul Velino è in realtà lo snodo decisivo

Due ottime ragioni per rilanciare con forza sull’argomento. Basterebbe poco per il completamento dell’opera: il ponte sul Velino è in realtà lo snodo decisivo. Le cose procedono sul tratto laziale, si dovrebbe terminare nel 2020. Il tratto umbro ristagna, l’ANAS deve riaffidare i lavori dopo la chiusura di TECNIS per vicende legate all’interdittiva; ma l’opera non è (come tante altre) imponente ed è realistico spingere perché l’arteria diventi integralmente funzionale. L’altra ragione è che la Terni-Rietispecularmente alla Spoleto-Valle della E45, si pone come asse prezioso del collegamento interno veloce, con la duplice vocazione produttiva e turistica. Ne ha bisogno l’Umbria, ma altrettanto ne ha il reatino, sulle cui precarie sorti inciderebbe notevolmente lo sbocco naturale sulle valli umbre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*