Tagli trasporto locale, monito a Melasecche, basta giocare a nascondino

I sindacati verso la proclamazione dello sciopero


Scrivi in redazione

Tagli trasporto locale, monito a Melasecche, basta giocare a nascondino

Tagli trasporto locale, monito a Melasecche, basta giocare a nascondino

Con questa nota intendiamo esprimere tutto il nostro disappunto per come si è concluso l’odierno incontro con l’assessore regionale ai Trasporti Enrico Melasecche, calendarizzato a seguito della proclamazione dello stato di agitazione del personale, causata dalla comunicazione aziendale di pesanti tagli al trasporto pubblico su gomma.
Ancora una volta l’assessore ha replicato l’atteggiamento tenuto nella precedente riunione in sede prefettizia, comunicandoci che ad oggi non si conosce l’entità del taglio, che Comuni e Province starebbero lavorando ad una ipotesi, che non c’è un progetto dettagliato, né certezza sulla cifra.
In sostanza, dopo settimane dalla comunicazione aziendale che preannunciava tagli al trasporto su gomma, arrivati ormai a marzo, mentre l’azienda lavora alacremente su ipotesi tecniche di riduzione del servizio, ai tavoli istituzionali si gioca a nascondino.
Uno stato di cose francamente inaccettabile. Il tentativo di giocare a carte coperte da parte dell’assessore, magari al fine di scongiurare uno sciopero che invece ci appare sempre più inevitabile, conferma l’impressione iniziale di voler coinvolgere i lavoratori e le loro rappresentanze, solo a cose fatte!
Se da una parte, infatti, l’assessore ha inteso rassicurarci sul fatto che, non ci saranno esuberi, in mancanza di un piano dettagliato e di una chiara presa di posizione aziendale, resta difficile credere a questa ipotesi, ancor più nel pezzo in cui operano i privati. Pertanto, alla luce di quanto sopra, pur disponibili a tornare indietro in caso di sviluppi positivi, procederemo alla proclamazione dello sciopero del personale./F.Ricci Cgil

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*