Perugia è isolata, se ne parla in “alta velocità” a Porta Santa Susanna

L'incontro è fissato per venerdì 12 gennaio alle ore 21 presso la sede dell'Associazione (via Tornetta 7, adiacente al parcheggio Pellini).

 
Chiama o scrivi in redazione


Trasporti, Leonelli, opportunità importante fermata Frecciarossa a Chiusi

Perugia è isolata, se ne parla in “alta velocità” a Porta Santa Susanna

Il Trittico della velocità è, come gli amanti di Perugia e dell’arte ben sanno, il titolo di un’opera di Gerardo Dottori, considerata un capolavoro pittorico del futurismo. Per la sua valenza simbolica è divenuta una sorta di manifesto dei nostri mali e delle nostre aspirazioni a superarli. In questo senso l’espressione è stata ripresa nell’ambito delle conferenze dedicate dall’Associazione Porta Santa Susanna al Novecento, per focalizzare un problema annoso per la città: il secolare isolamento dalle grandi direttrici viarie e ferroviarie, la difficoltà e la lentezza dei collegamenti, e al tempo stesso lo sforzo di superare una situazione di obiettiva difficoltà che si traduce in un ritardo economico e culturale rispetto ad un mondo che cambia sempre più in fretta.

Da tali considerazioni nasce l’incontro “Roma-Perugia-Milano: il Trittico dell’Alta Velocità” a cui sono stati chiamati a portare il loro contributo di conoscenze e di esperienze tre esperti del settore: Paolo Brutti, che ha alle spalle una lunga carriera di politico e sindacalista, ha ricoperto l’incarico di Segretario Generale del sindacato dei trasporti della CGIL, ed è attualmente responsabile nazionale del Dipartimento Ambiente e Infrastrutture dell’Italia dei Valori; Luigi Fressoia, architetto con competenze specifiche su Centri Storici e Mobilità, nonché autore di volumi e curatore di riviste sull’argomento; Diego Zurli, Direttore Generale del settore della Regione Umbria competente sulle materie di Territorio e Paesaggio, Protezione Civile, Infrastrutture e Mobilità.

L’incontro è fissato per venerdì 12 gennaio alle ore 21 presso la sede dell’Associazione (via Tornetta 7, adiacente al parcheggio Pellini).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*