Fcu in II commissione gli orari per la ottimizzazione del servizio

MELASECCHE ha assicurato che si stanno ottenendo “risultati importanti"

 
Chiama o scrivi in redazione


Fcu in II commissione gli orari per la ottimizzazione del servizio

Fcu in II commissione gli orari per la ottimizzazione del servizio

Nella riunione pomeridiana di ieri della Seconda Commissione, presieduta da Valerio Mancini si è parlato della Ferrovia Centrale Umbra e della sua importanza nell’ambito della mobilità regionale e non solo. All’incontro, richiesto dall’Associazione ‘Il Mosaico’, hanno preso parte, oltre all’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Melasecche, alcuni Sindaci dell’Altotevere ed il direttore di Busitalia Umbria, Velio Del Bolgia.

© Protetto da Copyright DMCA

In un documento illustrato dal presidente de ‘Il Mosaico’, Carlo REALI, imperniato sul servizio attuale della Ferrovia Centrale Umbra e su proposte per l’organizzazione futura dell’infrastruttura, emerge l’urgenza di interventi immediati per mitigare il disservizio a cui sono soggetti i passeggeri pendolari e studenti, con particolare attenzione alle zone svantaggiate dell’Altotevere. Tra le richieste quella di togliere corse veloci su autobus che penalizzano Umbertide e cittadine limitrofe oltre alla fermata di Ponte San Giovanni; migliorare la percorrenza di tutti i treni puntando, tra l’altro, sulle coincidenze con Trenitalia e bus urbani di Perugia. Per l’Associazione, da subito, ma anche e soprattutto in futuro, è necessario dunque gettare le basi per uno sviluppo di orari e coincidenze dando luogo, per l’ottimizzazione del servizio, ad un’ampia partecipazione di amministratori locali e cittadini. Da qui la proposta di un tavolo tecnico con tutti i soggetti interessati, a partire dalla Regione, Trenitalia, Busitalia e Sindaci dei territori interessati. Priorità, è stato comunque rimarcato, deve essere il completamento dei lavori per l’implementazione del sistema di controllo della marcia treni sull’infrastruttura ferroviaria.

L’assessore Enrico MELASECCHE ha assicurato che si stanno ottenendo “risultati importanti rispetto agli interventi necessari sulla Fcu. Condivisibile la constatazione della perdita di viaggiatori per l’inadeguatezza, come tempi, del servizio. Oggi comunque due coppie di treni arrivano a Fontivegge. In una situazione oggettivamente difficile, dobbiamo capire realmente il mix giusto tra numero dei treni, frequenza, viaggiatori, in modo tale da conseguire il migliore risultato possibile in termini di risposta alle esigenze dei cittadini. Aggiungere servizi significa tuttavia di poter disporre di ulteriori risorse. Se non cambia la normativa nazionale non possiamo rispondere positivamente a tutte le richieste che arrivano dai territori ed in questo caso specifico di aumento dei treni e delle corse se ad esse non corrisponde un immediato aumento delle utenze. Stiamo facendo l’impossibile anche per rimettere i treni ‘Minuetto’ sui binari, ma l’operazione è molto costosa e stiamo studiando come intervenire”. Nel rimarcare che la piena operatività della Fcu rappresenta un’importante priorità per la Giunta regionale, Melasecche ha assicurato la “massima disponibilità al confronto critico, ben venga dunque un tavolo tecnico con tutti i soggetti interessati e quindi anche con gli amministratori locali e le associazioni dei cittadini realmente propositive”.

Tra gli intervenuti, il sindaco di Umbertide, Luca CARIZIA, dopo aver proposto un questionario per capire la soddisfazione dei cittadini in merito al trasporto pubblico, ha chiesto, rispetto ad alcune criticità, soluzioni adeguate in tempi congrui, garantendo la piena disponibilità a lavorare anche nel tavolo tecnico per il miglioramento del servizio. Il primo cittadino di San Giustino, Paolo FRATINI ha sottolineato l’importanza della FCU per il territorio, ma non in queste condizioni. Ha quindi auspicato una infrastruttura con caratteristiche più moderne che punti allo sfondamento a nord per raggiungere l’alta velocità nella zona di Arezzo. Anche il sindaco di Citerna, Enea PALADINO ha rimarcato l’importanza di un’apertura verso il nord dell’Umbria auspicando dunque l’accelerazione degli interventi per l’apertura fino a Sansepolcro. Il territorio dell’Altotevere, ha detto, a livello infrastrutturale è completamente isolato. Massima disponibilità alla partecipazione ad un tavolo tecnico è stata anche garantita dal direttore di Busitalia Umbria, Velio DEL BOLGIA che, dopo aver assicurato di approfondire attentamente il documento dell’associazione ‘Il Mosaico’, ha rimarcato che, nel momento in cui l’infrastruttura lo permetterà, Busitalia sarà felicissima di velocizzare le corse.

Al termine della riunione il presidente MANCINI e gli altri commissari presenti hanno espresso la massima condivisione rispetto alla proposta di istituire un tavolo tecnico che possa ascoltare in primo luogo le esigenze dei territori, impegnandosi in tal senso per la predisposizione di una proposta di risoluzione da presentare in Aula. AS/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*