TASSA DI SOGGIORNO, NOTA DEL SINDACO BOCCALI

PERUGIA_NOTTE_FONTANA(UJ.com3.0) PERUGIA – “Siamo contrari alla TARES e siamo contrari, e non da oggi,  alla attuale formulazione dell’ IMU per quanto riguarda gli immobili destinati ad attività produttive e commerciali”. Questa  la posizione del Comune di Perugia nelle parole del sindaco Boccali, che ieri ha partecipato ad un incontro in Regione con le associazioni di categoria del settore del alberghiero e turistico.  “Quanto alla tassa di soggiorno – ha aggiunto il sindaco – va ricordato che soltanto da quest’anno il Comune di Perugia si è visto praticamente costretto ad adottarla, e comunque ha dimezzato la tariffa minima prevista in un primo tempo.

 

Siamo ovviamente consapevoli delle difficoltà del settore, che dovrebbero essere affrontate a livello nazionale dal prossimo governo con un intervento urgente, considerando l’ importanza del turismo in Italia, e l’istituzione di una tassa di scopo, per sostenere le politiche di promozione turistica del territorio,  può rappresentare una soluzione organica. Noi, per quanto ci riguarda, ci rendiamo disponibili a sospendere la tassa, purchè si affronti e si riconosca la peculiarità di Perugia capoluogo regionale, che ha problemi diversi da quelli di qualunque altro centro dell’ Umbria. Problemi che significano, nel concreto, la necessità di considerevoli risorse per finanziare  infrastrutture, trasporti, vita culturale, servizi, tutti aspetti che non sono certo estranei al buon andamento del settore turistico-alberghiero”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*