Ruralità e realtà aumentata, da Perugia alle Azzorre un nuovo progetto

 
Chiama o scrivi in redazione


Ruralità e realtà aumentata, da Perugia alle Azzorre un nuovo progetto
Il comitato direttivo del progetto

Ruralità e realtà aumentata, da Perugia alle Azzorre un nuovo progetto internazionale per un futuro presente

Si è tenuto in questi giorni il primo meeting di un nuovo progetto Erasmus + finanziato dall’Unione Europea: Social Entrepreneurship integrated with Augmented Reality and Rural Youth.

Il progetto mira a coinvolgere principalmente giovani svantaggiati e PMI attive nel settore del turismo rurale in nuove collaborazioni per creare nuovi servizi e prodotti turistici.

I partner di progetto sono prestigiose realtà provenienti da Belgio, Atene e Bucarest, il coordinamento del progetto è svolto da Associacao Juvenil da Ilha Terceira delle Isole Azzorre, mentre la rappresentanza italiana è svolta da Tatics Group di Perugia, operante con successo nei settori della formazione professionale, progetti europei, marketing territoriale oltre che marketing e comunicazione aziendale.

“Un nuovo e importante progetto” dice Roberto Quatraccioni di Tatics “che ci consente di sperimentare a livello internazionale nuovi curriculum formativi e innovative tecnologie di comunicazione, oggi al centro di molte forme di marketing aziendale. Avviare poi il progetto in una delle cinque regioni ultraperiferiche dell’Unione Europea, dove esiste l’unico vulcano inverso al mondo in cui scendere fino a 100 metri di profondità, rappresenta per noi un ulteriore orgoglio e nuove chances per contribuire a realizzare un futuro di cui essere protagonisti ma che affonda le sue radici nella nostra storia più profonda”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*