Regione Umbria, Agabiti presenta a Villa Umbra finanziamenti diretti Eu

 
Chiama o scrivi in redazione


Regione Umbria, Agabiti presenta a Villa Umbra finanziamenti diretti Eu

Annunciato nuovo servizio regionale per pianificazione e coordinamento fondi europei

“Si apre oggi una occasione di confronto su uno dei programmi europei per noi più importanti: Europa Creativa, che come altri fondi diretti rappresenta un’opportunità per le istituzioni, per le imprese e per i territori”.

Lo ha detto l’assessore regionale alla programmazione europea Paola Agabiti introducendo i lavori dalla giornata formativa sui fondi diretti nella programmazione 2021-2027 promossa da Villa Umbra in collaborazione con la Regione Umbria.

   “In particolare – ha aggiunto Agabiti – il sottoprogramma cultura sarà fondamentale per il protagonismo dell’Umbria dei prossimi anni. La nostra Regione può infatti vantare tradizione, eccellenze e buone prassi. Aiutarle a svilupparsi, anche in una logica di internazionalizzazione e di cooperazione culturale sarà quindi per noi un tema centrale”.
Paola Agabiti, assessore Programmazione Europea Regione Umbria
Paola Agabiti

Soffermandosi sulla importanza dei fondi diretti l’assessore ha evidenziato che in passato si è preferito concentrare gli sforzi sui fondi strutturali, “ma i fondi diretti – ha detto l’assessore – favoriscono la possibilità di mettersi in rete e di ampliare le sinergie, anche per accrescere competenze e conoscenze che diventano poi straordinariamente utili in sede di fondi strutturali. Sarà quindi possibile accrescere nuove progettualità e, soprattutto, sviluppare tutte quelle realtà che hanno già conseguito importanti risultati e che sono pronte a fare un ulteriore salto di qualità.

La Regione Umbria si è organizzata per essere pro-attiva, sia se direttamente coinvolta nelle progettualità, sia laddove può svolgere un ruolo di raccordo, stimolo o coordinamento.  Da qui la decisione – ha annunciato Agabiti – di dotarci di un nuovo servizio, la “cabina di regia dei fondi europei”, e di attivare Sviluppumbria per realizzare con Anci la rete degli Sportelli Europa dei Comuni dell’Umbria, a fronte della necessità di potenziare e coinvolgere le competenze degli enti locali, spesso in prima linea nella gestione o nell’organizzazione di eventi a tutti i livelli o di manifestazioni storiche. Sono tanti – ha concluso l’assessore – gli spunti per poter affrontare al meglio le sfide del futuro, a partire proprio dalle tante e interessanti Call di Europa Creativa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*