Open Fiber e Infratel Italia da Fioroni al Broletto, avanti con la fibra

 
Chiama o scrivi in redazione


Open Fiber e Infratel Italia da Fioroni al Broletto, avanti con la fibra

Open Fiber e Infratel Italia da Fioroni al Broletto, avanti con la fibra

Definire le prossime azioni che verranno realizzate ai fini del completamento in Umbria del Piano Banda Ultra Larga: questo lo scopo dell’incontro convocato e presieduto dall’assessore regionale, Michele Fioroni, con i rappresentanti delle società Open Fiber e Infratel Italia, svoltosi quest’oggi a Perugia a Palazzo Broletto.

   La Regione Umbria – come noto – è la prima Regione in Italia per autorizzazioni rilasciate e per Comuni con cantieri aperti, ed è stata inoltre la prima Regione ad effettuare il collaudo ed è ancora la prima in quanto a percentuale di comuni collaudati.

   Durante la riunione è emerso che, con riguardo ai comuni ove già è presente un operatore economico privato che fornisce il servizio (i cd. “comuni sospesi”), si procederà ad una ricognizione del servizio offerto e della connettività effettivamente presente prima di decidere se effettuare lavori con i fondi previsti dal piano “aree bianche” o rimandare gli investimenti al piano “aree grigie”. Residuano inoltre delle economie che potranno essere reimpiegate in un piano aggiuntivo per la copertura del 100% delle Unità Immobiliari nei Comuni interessati dall’azione originariamente prevista. Entro la fine dell’anno, Open ha garantito che verranno collaudati complessivi 44 Comuni sui 78 autorizzati. La copertura totale del piano è prevista per il 2021.

   La Presidente di Infratel, Eleonora Fratesi ha dichiarato che “mai come oggi risulta evidente che le infrastrutture digitali siano una risorsa fondamentale per i cittadini e una leva competitiva per le aziende del territorio”.

   Vito Magliaro, Responsabile di Open Fiber Umbria e Marche ha per parte sua dichiarato di essere stato “soddisfatto della riunione di oggi con l’Assessore Fioroni e il Presidente di Infratel Eleonora Fratesi. La nostra collaborazione proseguirà per consentire a quanti più cittadini umbri di avere una connessione veloce e a prova di futuro”.

   L’Assessore Fioroni, soddisfatto dell’incontro e di quanto emerso dallo stesso, ha affermato che “l’Umbria ambisce ad essere Regione pilota della tecnologia in Italia, il laboratorio di sperimentazione digitale d’Italia. È indispensabile accogliere le sfide di connettività e di transizione digitale che vengono poste agli Enti ed alle imprese. La Regione deve saper tradurre le esigenze del domani, in azioni concrete oggi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*