Lavoro 5.600 assunzioni in Umbria, Camera commercio, domanda alta come prima della pandemia

Leggi tutti i dati della ricerca Excelsior di Camera di Commercio

 
Chiama o scrivi in redazione


Lavoro 5.600 assunzioni in Umbria, Camera commercio, domanda alta

Lavoro 5.600 assunzioni in Umbria, Camera commercio, domanda alta come prima della pandemia

Dopo due anni di cali consistenti in tutti i settori produttivi, a luglio in Umbria si conferma la ripresa della domanda di lavoro, quasi in linea con gli ottimi livelli già raggiunti a giugno: a dirlo è il Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal e illustrato dal presidente della Camera di commercio dell” Umbria, Giorgio Mencaroni.

RIPRESA DOMANDA
Nel corrente mese di luglio si conferma la ripresa della domanda di lavoro nelle imprese umbre (con almeno un dipendente): sfiorati gli ottimi livelli raggiunti nel precedente mese di giugno. Saranno 5.640 le entrate al lavoro attese a luglio ’21, un balzo del doppio rispetto alle appena 2.830 unità previste nel luglio 2020, bloccato dal covid.

In particolare, le imprese umbre con più di un dipendente che hanno previsto assunzioni nel mese in corso saranno il 13% del complesso, per un totale di 5.640 entrate al lavoro programmate, che saliranno a 14.660 nel trimestre estivo luglio, agosto, settembre 2021. “Ma il dato che più di ogni altro ci conforta e ci dà speranza – sottolinea in un nota Mencaroni – è quello relativo al confronto con luglio 2019, anno pre-Covid. In due anni abbiamo riagganciato e superato le posizioni di prima della pandemia”.

COME NEL PRE COVID
E dopo due anni la domanda di lavoro nelle imprese umbre torna sopra e supera i livelli precovid di luglio 2019:  890 assunzioni previste in più in valore assoluto,  + 18,1%. Positiva la dinamica osservata per il trimestre estivo luglio, agosto,  settembre 2021: 14.660 il numero di assunzioni programmate, circa il doppio di quelle (7.080) del trimestre covid  luglio/settembre 2020.

Le nuove entrate programmate sono infatti 890 in più (+18,1%) del luglio 2019. Delle 5.640 previsioni di assunzione previste, il 26% sarà stabile, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 74% dei casi risulterà un lavoro a termine, a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita.

CHI TRAINA LA RISALITA?
A trainare la risalita dell’occupazione nel mese  di luglio 2021 e nel trimestre luglio/settembre ‘21 i settori dei Servizi di Alloggio, Ristorazione e Servizi Turistici,  il Settore dei Servizi alle Persone, il Commercio, le Costruzioni, i Trasporti, logistica e magazzinaggio.

In Umbria la domanda di lavoro a luglio si concentrerà per il 68% nei settori dei servizi. Inoltre il 69% di tutte le entrate previste sarà generato da piccole e medie imprese con meno di 50 dipendenti. Dal Borsino Excelsior emerge poi che il 34% delle assunzioni sarà destinato a operai specializzati e conduttori di impianti, il 33% a professioni commerciali e dei servizi, il 15% a dirigenti, specialisti e tecnici.

IL COMMENTO DI GIORGIO MENCARONI
Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio dell’Umbria: “Pur registrando un leggero aggiustamento congiunturale delle previsioni di assunzione rispetto al giugno  scorso,  il corrente   mese di luglio e il trimestre estivo luglio-settembre ’21, confermano l’inversione di tendenza della domanda di lavoro nelle imprese umbre, registrata dal nostro sistema informativo Excelsior.  Addirittura raddoppiamo il numero di entrate al lavoro segnalate nel luglio covid di un anno fa. E superiamo di nuovo, come nello scorso  giugno, i livelli precovid di luglio 2019: + 18,1% e + 890 entrate al lavoro in valore assoluto”. 

Agli under 30 sarà destinata una quota del 32% delle assunzioni previste, circa 1.804 posti. Stabili all” 11% le entrate al lavoro di personale laureato. Sempre consistente, infine, la quota di assunzioni per cui le imprese dichiarano difficoltà di reperimento, 40 casi su 100, anche a seguito di una elevata richiesta di esperienza in aumento rispetto alla situazione pre-Covid.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*