Lavoratori Treofan a Perugia: “Abbiamo necessità di un incontro al Ministero” 🔴 VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione


Treofan di Terni, accordo fatto, al momento nessuna chiusura

Lavoratori Treofan a Perugia: “Abbiamo necessità di un incontro al Ministero”

“Abbiamo necessità di un incontro imminente al Ministero per sederci al tavolo con questo prenditore e capire quale sono le volontà dell’azienda che non risponde, che evita discorsi di piani industriali futuri. Un’azienda che ha acquisito da poco meno di due anni. Non è accettabile una cosa del genere”. E’ quanto ha detto Davide Lulli, rsu della Filctem Cgil questa mattina durante la manifestazione dei lavoratori delle Treofan di Terni.

Sono arrivati a ben trenta giorni di sciopero e  ieri pomeriggio, davanti alla sede del Comune di Terni, hanno manifestato per sensibilizzare istituzioni e cittadinanza sulla vertenza che coinvolge l’azienda del polo chimico. Oggi lo hanno fatto a Perugia. Una delegazione di operai e sindacalisti di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil è stata ricevuta prima da Michele Fioroni, Assessore alle Politiche economiche e produttive regionali, che ha parlato con loro in piazza e poi sono stati ricevuti a Palazzo Donini.

La Treofan, che fa capo al gruppo Jindal, occupa circa centocinquanta lavoratori che, insieme alle rispettive famiglie, vivono giorni di angoscia. Sindacati e istituzioni locali attendono a breve una nuova convocazione da parte del ministero dello Sviluppo economico, per sollecitare l’azienda a prendere impegni rispetto al futuro dello stabilimento.

«La proprietà Jindal non sta più inviando a Terni gli ordinativi di prodotti Treofan, nati e cresciuti qui, dirottandoli verso gli altri stabilimenti di Brindisi e della Germania. Questo ha portato già da una settimana ad un fermo degli impianti che continuerà fino ad agosto. Continueremo lo sciopero in attesa del tavolo ministeriale» – ha spiegato Lulli.

Michele Fioroni, ha invitato il management aziendale “ad una pronta ripresa delle corrette relazioni industriali, che prevedono il confronto con i rappresentanti dei lavoratori al tavolo istituito del Mise”.

Per Fioroni “il polo chimico è strategico nel sistema produttivo regionale e la Treofan, in qualità di capofila del polo ternano, rappresenta per la Giunta regionale una doppia priorità. Le rappresentanze sindacali nei tempi pattuiti hanno presentato ai vertici aziendali le loro proposte in merito alla soluzione della vertenza, proposte che meritano di essere valutate con la dovuta attenzione, per rispetto dovuto anche al sistema Paese e al sistema produttivo regionale”.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*