Ict, sindacati a Regione aprire confronto con lavoratori Umbria Digitale

Unioncamere, maturità' digitale più avanzata nelle Marche e in Umbria

Ict, sindacati a Regione aprire confronto con lavoratori Umbria Digitale

“Dal Programma di governo della Presidente Tesei e dal documento recentemente approvato dalla Giunta sugli “Indirizzi preliminari per le linee guida strategiche dell’agenda digitale della nuova legislatura” emerge in modo chiaro la volontà del nuovo governo regionale di sviluppare e accentuare l’azione regionale in ambito ICT a supporto dello sviluppo economico e della crescita occupazionale”. Lo scrivono in una nota congiunta i sindacati del settore Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e quelli dei lavoratori atipici e precari Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp Uil.

Per il conseguimento di un simile obiettivo, definito prioritario – continuano i sindacati – la Giunta preannuncia una revisione profonda dei processi di interazione e dei ruoli dei soggetti/organismi regionali che nella digitalizzazione hanno rivestito e rivestono un ruolo primario quali strumenti attuativi delle azioni messe in campo delle varie Giunte che si sono susseguite nel governo della Regione“.

Le organizzazioni sindacali e i lavoratori accolgono “con favore” l’attenzione che la Giunta sta manifestando “verso tale primario elemento di sviluppo della realtà regionale e di miglioramento dei servizi della PA e dei cittadini”.

“La necessità di semplificazione e soprattutto il bisogno di certezze nei ruoli e nei compiti delle società in House dell’ICT regionale sono elementi ritenuti indispensabili – continuano le sei sigle – I lavoratori e le organizzazioni sindacali ritengono altresì che il profondo rinnovamento annunciato dalla Giunta, per essere attuato in modo efficace ed efficiente, non possa prescindere da un confronto con tutte le parti sociali, ivi compresi i lavoratori di Umbria Digitale, che tanta esperienza e conoscenza delle problematiche regionali in materia di ICT hanno acquisito nel corso anni”.

“Tutto questo al fine di valorizzare al meglio le tante professionalità di Umbria Digitale, mantenere i livelli occupazionali e stabilizzare il lavoro attraverso le assunzioni, per favorire il processo di digitalizzazione degli Enti Umbri. Rinnoviamo pertanto la loro richiesta di confronto con la Giunta per una fattiva collaborazione al servizio della società umbra”, concludono i sindacati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*