Crisi della Gastronomia Umbra, convocato tavolo in regione con azienda e sindacati

 
Chiama o scrivi in redazione


La Gastronomia Umbra sbarca all'estero
Gastronomia Umbra

Crisi della Gastronomia Umbra, convocato tavolo in regione con azienda e sindacati

Il tavolo sulla crisi della Gastronomia Umbra, l’azienda alimentare di taverne di Corciano, è stato convocato per lunedì in Regione. Saranno presenti azienda e sindacati. La società ha annunciato 14 licenziamenti e per continuare l’attività, l’appalto di servizi di produzione affidato a una cooperativa esterna. Michele Fioroni, l’assessore al lavoro è pronto a discutere delle misure messe in campo per l’emergenza Covid. I dipendenti diretti dell’azienda intanto sono al terzo giorno di sciopero. I sindacati hanno chiesto il ritiro dei licenziamenti.

Alla regione è stato chiesto di intervenire affinché non si proceda all’interruzione del rapporto di lavoro. L’azienda è però intervenuta specificando che non si tratta di un’esternalizzazione “per incremento di profitti”, ribadendo che hanno messo in gioco tutti i loro beni personali garantendo occupazione e lavoro.

Gastronomia Umbra puntualizza che questa scelta è legittima, in quanto prevista dalla normativa in vigore; doverosa, in quanto consente la prosecuzione dell’attività aziendale; responsabile, in quanto consente la prosecuzione dell’impresa con ogni conseguente ricaduta occupazionale altrimenti pregiudicata ed evita l’ulteriore desertificazione della zona industriale di Taverne di Corciano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*