Covid, sit-in di protesta, “l’Assenza spettacolare”, dei lavoratori dello spettacolo 🔴 VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid, sit-in di protesta, “l’Assenza spettacolare”, dei lavoratori dello spettacolo

Risorse certe per l’emergenza e la ripartenza sino a tutto il 2021, un tavolo permanente tra le parti sociali ed i ministeri per il rilancio del settore e stabilizzare l’occupazione per i precari delle fondazioni lirico sinfoniche. E’ quanto chiedono i lavoratori dello spettacolo. ”L’assenza spettacolare” , questo il titolo della mobilitazione nazionale indetta da Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, il mondo dello spettacolo dal vivo anche in Umbria ha fatto sentire la sua voce.

Nel capoluogo umbro l’appuntamento si è tenuto in piazza Italia. Circa 200 persone hanno chiesto a nome di tutti i lavoratori – come già scritto – del settore risorse certe fino alla ripartenza, un tavolo permanente tra parti sociali e ministeri, ammortizzatori e tutele strutturali per tutti i lavoratori atipici e discontinui, stabilizzazione dell’occupazione per i precari delle fondazioni lirico-sinfoniche”. Messi “in ginocchio” dalla pandemia, teatro, musica, cinema, danza – è stato ribadito nel corso dei vari interventi – sono motori culturali ma anche economici di un Paese come l’Italia e di una regione come l’Umbria.

 


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*