Aumentare i controlli nelle fabbriche contro contagio covid, pronto sciopero

 
Chiama o scrivi in redazione


Aumentare i controlli nelle fabbriche contro contagio covid, pronto sciopero

Aumentare i controlli nelle fabbriche contro contagio covid, pronto sciopero

Nel corso di queste convulse giornate, con un grandissimo senso di responsabilità, le organizzazioni sindacali hanno gestito questa prima fase critica legata all’emergenza COVID-19. In ogni azienda si è cercato di garantire standard di sicurezza confacenti all’attuale emergenza, attraverso accordi singoli e di autoregolamentazione.
Giorno dopo giorno Fim Fiom Uilm di Perugia hanno cercato, anche tramite il decisivo ruolo delle Rsu aziendali, di allargare l’utilizzo del lavoro agile, di modificare i turni di lavoro ed i turni di refezione in mensa, di ampliare le flessibilità in ingresso ed uscita. Siamo intervenuti con iniziative per evitare assembramenti, abbiamo caldeggiato la concessione di ferie e permessi retribuiti, richiesto interventi di pulizia e sanificazione degli ambienti di lavoro.
Il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto ieri da Cgil, Cisl, Uil, Confindustria e Governo, ha finalmente reso tali iniziative obbligatorie per le aziende.
Ad oggi, infatti, nonostante gli sforzi profusi dal sindacato e dalle Rsu, restano troppi i siti dove si registrano complicazioni e limitazioni che vanno superate nell’applicazione di queste norme.
Per questo, chiediamo che da domani – lunedì – venga attuato un controllo maggiore in tutte le aziende del territorio, dalle realtà più grandi fino a quelle più piccole, coinvolgendo le Rsu e gli Rls, al fine di tradurre in pratica quanto fissato nel protocollo. E, se dovesse essere necessario, ragionare sulla rimodulazione o sospensione della produzione per organizzare tali applicazioni con gli strumenti contrattuali e la cassa integrazione.
Nel caso permanessero atteggiamenti da parte delle aziende di lassismo e incuranza delle regole, le segreterie Fim Fiom Uil di Perugia sono pronte a tutte le azioni possibili funzionali a garantire alle persone la piena sicurezza nel posto di lavoro e il diritto alla salute, non escludendo di ricorrere a proclamare scioperi aziendali qualora le situazioni non venissero affrontate in maniera attenta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*