Studenti fino a 20mila euro Iseeu, no tax area UnistraPg

Fino al 18 ottobre prossimo sarà possibile immatricolarsi ai corsi

Unistrapg, tornano le ‘pillole’ del Rics, brevi approfondimenti di geopolitica

Studenti fino a 20mila euro Iseeu, no tax area UnistraPg

Fino al 18 ottobre prossimo sarà possibile immatricolarsi ai corsi di laurea triennale e magistrale dell’Università per Stranieri di Perugia, che anche per l’anno accademico 2021-2022, mantiene la No Tax Area per gli studenti, con zero tasse fino a 20.000 euro di ISEEU e con riduzioni fino a 30.000.

Nel Manifesto degli studi per l’anno accademico a venire – consultabile nell’home page del sito www.unistrapg.it da PC, smartphone e tablet, e disponibile in formato pdf – sono riportate tutte le informazioni relative alle modalità d’iscrizione ai corsi. Presso la Segreteria corsi di laurea dell’Ateneo sarà attivo un Punto Immatricolazioni rivolto agli studenti che si iscrivano per la prima volta ai corsi o che vogliano rinnovare l’iscrizione agli anni successivi al primo, cui sarà possibile accedere con prenotazione obbligatoria attraverso l’app Affluences (https://www.unistrapg.it/node/500). Oltre a ricevere informazioni sul corso prescelto e sugli adempimenti da compiere per il perfezionamento della pratica immatricolativa, i ragazzi verranno supportati nelle fasi del percorso di iscrizione online e guidati all’uso della Piattaforma Esse3Web.

  • Corsi di laurea triennale attivi nell’anno accademico 2021-2022 sono:

Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale (SIS). Questo corso di laurea, strutturato in chiave transdisciplinare e caratterizzato da un elevato grado di internazionalizzazione, è dedicato all’approfondimento del tema della sostenibilità, declinato nelle tre dimensioni della sostenibilità in ambito economico, ambientale e sociale, secondo i principi guida elaborati dalle Nazioni Unite (Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile).

Digital Humanities per l’Italiano (DHI). Il corso triennale Digital Humanities per l’italiano forma all’insegnamento della lingua e della cultura italiana con particolare attenzione alle nuove tecnologie applicate alla didattica. È progettato per coloro che desiderino insegnare e divulgare in Italia e all’estero la cultura e la lingua italiana nelle sue molteplici manifestazioni, in scuole e in istituzioni formative di ogni ordine e grado.

Comunicazione internazionale e pubblicitaria (ComIP), indirizzo in Comunicazione internazionale (ComIP-I) e in Comunicazione pubblicitaria (ComIP-P). Il corso di laurea in Comunicazione internazionale e pubblicitaria (ComIP) risponde alle esigenze più attuali del mondo lavorativo, formando operatori della comunicazione con competenze comunicative, digitali e linguistiche, da collocare nei settori della pubblicità, della comunicazione d’impresa, della comunicazione non-profit e istituzionale, in organismi che operano su scala nazionale e internazionale.

Made in Made in Italy, cibo e ospitalità (MICO). Il corso, unico, in Italia, fonde insieme il percorso e gli obiettivi formativi di due classi di laurea: Scienze del turismo e Scienze, culture e politiche della gastronomia, ed offre una solida formazione nel campo del Made in Italy nel suo complesso (prodotto agroalimentare, beverage, materie prime) e una formazione tecnico-pratica che consente di operare nell’ambito delle imprese del Made in Italy e nei settori del cibo, dei prodotti, della gastronomia e dell’ospitalità.

I corsi di laurea magistrale sono:

Valerio De Cesaris è stato eletto oggi rettore dell’Università per Stranieri di Perugia
Rettore De Cesaris

Comunicazione Pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’immagine (ComPSI). Il corso forma specialisti di management strategico nell’ambito della comunicazione, capaci di valorizzare l’immagine interna ed esterna di istituzioni ed imprese. Insieme alla conoscenza teorica della comunicazione strategica, il laureato magistrale in comunicazione pubblicitaria acquisisce elevate competenze nella progettazione e nello sviluppo di piani di comunicazione, anche a livello internazionale, grazie alla conoscenza di più lingue straniere.

Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo (RICS). Il corso forma professionisti con competenze multidisciplinari ed elevate capacità operative e di analisi da inserire in organizzazioni internazionali, governative e non, istituzioni europee e imprese attive nei mercati internazionali. Mira a formare operatori qualificati nel settore della diplomazia e delle relazioni internazionali, in particolare nell’ambito della cooperazione allo sviluppo nei settori della tutela dei diritti umani e della difesa dell’ambiente.

Italiano per l’insegnamento a stranieri (ItaS). Il Corso di studio si articola in due curricula: Linguistico (ItaS-L) e Culturale identitario (ItaS-C) che prevedono una base comune di attività formative relative alla lingua italiana per l’insegnamento a stranieri, alla glottodidattica e alla linguistica, a metodi e tecniche per la didattica dell’italiano L2, alla storia della lingua, alla letteratura e alla filologia italiana. E’ prevista nel primo indirizzo l’acquisizione di una lingua straniera a scelta tra cinese, arabo e giapponese.

/sg

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*