Altrascuola contro il numero chiuso all’ITTS Alessandro Volta

 
Chiama o scrivi in redazione


Altrascuola contro il numero chiuso all’ITTS Alessandro Volta

Dopo accesi dibattiti aperti da più di un anno a cui la Provincia non ha saputo dare una risposta che facesse da garante al diritto allo studio, il Collegio docenti dell’ITTS A. Volta ha scelto di percorrere la strada più semplice, ma inaccessibile a molti: l’Istituto adotterà il numero chiuso.

A partire dal prossimo anno scolastico, le nuove classi non potranno superare il tetto massimo di 8 o 10. Considerando che quest’anno i nuovi arrivati hanno formato 17 diverse classi, decidendo di accettarne solo 9, si andrebbero a dimezzare i prossimi primini.
L’esclusione verrà applicata in seguito a un test d’ingresso (con matematica, italiano e inglese) e a un colloquio in cui verrà valutata la volontà dello studente di entrare nella scuola.

Dichiara Caterina Bigini, coordinatrice di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Perugia: « Noi riteniamo paradossale che una scuola pubblica faccia ricorso al numero chiuso e non accettiamo questa pessima modalità di organizzazione, l’unica che dovrebbe rimanere fuori dalle mura scolastiche.
Oggi come due anni fa riconfermiamo che questa soluzione è “una medicina peggiore della malattia” e vogliamo per questo risposte immediate, che non costringano i docenti a tali ingiuste misure.
Pretendiamo una reazione da parte di un’immobile Provincia e una sua posizione a favore di tutti gli studenti, reclamando che si mobiliti verso una tempestiva ricerca di spazi che mancano da fin troppo tempo».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*