Ikea a Collestrada, passeranno ancora 4 anni, non prima del 2022

Ikea

Ikea a Collestrada, passeranno ancora 4 anni, non prima del 2022 L’Ikea dentro il centro commerciale di Collestrada dovrebbe aprire nella seconda metà del 2022, tra quattro anni. Il dato è emerso ieri, nella sala del Consiglio comunale, durante i lavori delle commissioni urbanistica e bilancio. Il progetto da oltre trentamila metri quadrati e che vale circa 140 milioni di euro è stato discusso per la seconda volta. Questo ritardo è causato proprio dal nodo strade. Per operazioni urbanistiche di questa portata, la tempistica è complessa. Giovedì è stata fissata l’ultima seduta e il voto della Commissione, poi la pratica approderà in Consiglio comunale lunedì 24.

Questa però non è la variante urbanistica vera e propria, ma solamente l’avvio del procedimento per la realizzazione del nuovo centro commerciale, in variante al Piano regolatore. Gli atti saranno a quel punto sottoposti a un iter di valutazione strategico-ambientale ed entro 90 giorni soggetti sia alla Valutazione ambientale strategica (Vas), sia alla Valutazione di impatto ambientale (Via).

La Valutazione ambientale strategica (VAS) è un processo finalizzato ad integrare considerazioni di natura ambientale nei piani e nei programmi di sviluppo, per migliorare la qualità decisionale. La Valutazione di impatto ambientale invece (Via) è una procedura amministrativa di supporto per l’autorità competente (come Ministero dell’Ambiente o Regione) finalizzata ad individuare, descrivere e valutare gli impatti ambientali di un’opera, il cui progetto è sottoposto ad approvazione o autorizzazione.

Solo dopo il superamento positivo di VAS e VIA si potrà indire la Conferenza di servizi per analizzare tutti i profili connessi all’autorizzabilità dell’intervento. La Conferenza di servizi ha lo scopo di facilitare l’acquisizione di autorizzazioni, atti, licenze, permessi e nulla-osta, mediante convocazione di apposite riunioni collegiali finalizzate all’emissione di un provvedimento amministrativo.

Con questo si arriverà alla fine del 2019. Dopo partirà l’avvio della variante urbanistica in Comune dove sarà prima adottata la variante al Prg (ci vogliono sessanta giorni dopo approvarla). Con questo arriviamo a metà 2020. Poi si procedura alla costruzione vera e propria che prevede l’apertura dei cantieri dai 24 a 26 mesi. Con questo si arriva all’estate 2022.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*