Green pass Cucinelli, a Solomeo è una giornata di normalità

Brunello Cucinelli, ricavi netti in crescita del +9,4 per cento

Green pass Cucinelli, a Solomeo è una giornata di normalità

E’ una giornata di normalità alla Brunello Cucinelli di Solomeo il primo giorno di obbligatorietà del Green pass sul posto di lavoro. Lo ha detto l’amministratore delegato Riccardo Stefanelli parlando all’ingresso dell’azienda. L’ amministratore delegato della Cucinelli ha sottolineato che l’ azienda si è organizzata “per fare in modo che l’entrata fosse fluida”.


Fonte: Agenzia nazionale Stampa Associata


Davanti all’entrata un rapido controllo dei Green pass e poi tutti al lavoro. “Fin da subito – ha spiegato Stefanelli – abbiamo creato un comitato d’attenzione che presidiasse la pandemia. Abbiamo preso tutte le misure necessarie, come l’uso dei dispositivi di protezione e la misurazione della temperatura. Con la massima collaborazione di tutti i nostri dipendenti fin dall’ inizio. Tutti hanno dato un contributo fortissimo per la sicurezza”.

“Con la massima attenzione – ha aggiunto – e la massima prudenza nell’ ottica di proteggere i nostri collaboratori. Abbiamo avuto fin da subito un team di medici, qui e a Milano, che controllasse in maniera periodica chi lavora con noi. Un monitoraggio continuo che ci ha permesso di mantenere molto contenuta la presenza di casi”. Procedura seguita anche i tutte le boutique presenti in Italia. “I nostri collaboratori sono tenuti a mostrare il Green pass all’ interno – ha spiegato Stefanelli – ma anche lì è una cosa molto normale come l’ uso della mascherina e la misurazione della temperatura”.

“L’ importante per noi è proteggere il posto di lavoro – ha sottolineato l’ amministratore delegato della Cucinelli -, la scelta è libera e non abbiamo mai forzato alcuno ma noi dobbiamo proteggere chi all’ interno dell’ azienda vuole lavorare e farlo in tranquillità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*