Coop Umbria Casa, all’Urbanpromo, anteprima dei progetti digitali

Coop Umbria Casa, all’Urbanpromo, anteprima dei progetti digitali

All’edizione 2021 di Urbanpromo, il più importante evento nazionale dedicato all’urbanistica e alla rigenerazione urbana, in corso al Meet di Milano fino a venerdì 19 novembre, è intervenuta anche Coop Umbria Casa per presentare il suo nuovo progetto digitale per la gestione del social housing, attività su cui la cooperativa umbra è specializzata da tempo.


Fonte: Avinews
Nicola Torrini


Questa forma di edilizia sociale, infatti, non si limita a offrire alloggi a prezzi contenuti a quei cittadini che non possono permettersi una casa a prezzo di mercato né hanno i requisiti per accedere all’edilizia pubblica popolare, ma prevede anche iniziative per creare comunità di quartiere e integrazione tra i suoi membri, sviluppando spazi e servizi comuni. “Partecipiamo a Urbanpromo da anni – ha commentato il presidente di Coop Umbria Casa Laerte Grimani, intervenuto di persona all’evento – e questa volta lo facciamo da protagonisti nella nuova sezione Digital inaugurata proprio quest’anno.

Abbiamo illustrato a un pubblico composto da esperti, imprese del settore e istituzioni i vantaggi della nostra nuova piattaforma digitale ideata per soddisfare i fabbisogni dei membri di una data comunità, in maniera sempre più mirata, efficace ed efficiente”.

Il software di urban intelligence ideato da Coop Umbria Casa, sviluppato e realizzato dal laboratorio di ricerca e sviluppo della società romana R&S Management, in pratica, si occuperà di raccogliere informazioni sulle necessità specifiche degli utenti, monitorarle e poi comunicarle nel dettaglio al gestore di social housing che si occuperà di implementare una ricerca-azione che miri, infine, a fornire o implementare i servizi necessari.

“Questa piattaforma – ha spiegato Grimani – è stata pensata per essere utilizzata negli insediamenti di cui siamo già gestori sociali: il complesso immobiliare La Fornace di Umbertide e quello di Balanzano a Perugia. Essendo, però, un progetto pilota di ricerca e sviluppo si può benissimo estendere ad altre realtà simili in tutto il Paese”.

“Ogni utenza, – ha quindi aggiunto il presidente di Coop Umbria Casa – avrà necessità differenti a seconda che sia rappresentata da giovani coppie, famiglie con figli, nuclei monoparentali o persone anziane. Se ad esempio il bambino di una giovane coppia dovesse avere difficoltà a scuola, il software analizzerebbe la situazione indicando al gestore il problema e la sua eventuale soluzione, quale quella di contattare una persona in grado di fornire ripetizioni scolastiche.

Se una persona anziana dovesse aver bisogno di visite o esami specialistici e non fosse in grado di spostarsi, la piattaforma indicherebbe al gestore di contattare magari un servizio di telemedicina oppure servizi sanitari che si occupano di accompagnare le persone in difficoltà. Quest’attività, svolta finora manualmente, verrà prossimamente gestita in maniera digitale consentendo un risparmio di tempo e denaro, e ottimizzando i servizi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*