Casa Vissani a Baschi non riapre, non ci sono le condizioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Casa Vissani a Baschi non riapre, non ci sono le condizioni

Casa Vissani a Baschi non riapre, non ci sono le condizioni

Gianfranco Vissani non ha riaperto il suo ristorante di Baschi e non sa quando lo farà. “Come posso riaprire il mio ristorante in queste condizioni? Mantenere le distanze imposte in cucina non è possibile”. Lo ha detto lo chef all’Agenzia Nazionale di Stampa Associata. Nello storico ristorante dello chef lavorano 18 dipendenti. Vissani chiede aiuti “subito” al governo “per la sopravvivenza di tutta la categoria”. “Ogni giorno – ha aggiunto – ricevo decine di telefonate da cuochi che sono disperati. Che ad oggi – ha sottolineato – non sarei in grado di riassorbire. Non ci sono le condizioni per riprendere l’attività. La mia è una macchina organizzativa complessa, per fare un piatto occorrono anche quattro cuochi contemporaneamente e questo mi viene vietato per la sicurezza. Molti ristoratori si trovano nella mia situazione e se non ci sono le condizioni per aprire è giusto non farlo, ma il Governo deve sostenerci”. Il maestro invoca anche gli aiuti dell’ Europa.

LO SFOGO DI GIANFRANCO VISSANI.

LO SFOGO DI GIANFRANCO VISSANI.

Gepostet von Lega – Salvini Premier am Freitag, 15. Mai 2020

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*