False ripartenze dell’economia, anche Bankitalia mette in guardia

SOLDIcarrellinoNemmeno il Governatore di Bankitalia Ignazio Visco, nel rapporto che ha presentato, vede la ripresa del lavoro. Il Governatore ha sostenuto che in Italia tra il 2007 e il 2013 l’occupazione è scesa di oltre un milione di unità, quasi tutte nell’industria.

E’ bene ricordare che la nostra piccola regione ha dato un contributo purtroppo rilevante a questo dato già drammatico: oltre 25mila posti di lavoro persi negli anni della crisi. Il tasso di disoccupazione in Italia è più che raddoppiato toccando 12,7% mentre in Umbria ci collochiamo al 10,8%, ma la recessione continua a colpire duramente il nostro apparato industriale come dimostra l’elenco infinito delle vertenze aperte nella regione.

“Il futuro prossimo non è roseo” ha sottolineato Visco. Ce ne rendiamo ampiamente conto, tant’è che, non a caso, nel presentare il nostro recentissimo rapporto Ires Cgil abbiamo parlato di “falsa ripartenza”.

E per contrastare questa falsa ripartenza e mettere in campo un’iniziativa vera che rilanci il lavoro e affronti i drammi della mancanza di occupazione, degli ammortizzatori sociali e della precarietà sempre più rilevante, serve più che mai un Piano del Lavoro dell’Umbria.

Un piano del lavoro che dia risposte agli oltre 120mila umbri che vivono una situazione di grave disagio in relazione alle questioni centrali del lavoro. Per questo invitiamo il Governo nazionale, le Istituzioni locali a partire dalla Regione, e le Associazioni delle Imprese, a partire da Confindustria a fare di più e meglio.

Fare di più e meglio significa concentrare le risorse dei fondi comunitari nella direzione di progetti finalizzati al lavoro e all’occupazione. Questo è il tema che porremo nella riunione del tavolo dell’alleanza per l’Umbria finalmente convocato per il 10 giugno: fare tutti di più e meglio per cambiare politiche economiche e per dare risposte incentrate sui diritti del mondo del lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*