Vuole comprare droga e picchia la madre per i soldi, figlia finisce in carcere

Vuole comprare droga e picchia la madre per i soldi, figlia finisce in carcere

È stato l’ennesimo episodio di maltrattamenti in famiglia quello per cui la Stazione Carabinieri di Terni è intervenuta nella mattinata di ieri presso l’abitazione di due donne, madre e figlia, che vivono nel centro cittadino evitando che la situazione potesse degenerare.

Esausta dall’ennesima richiesta di denaro per l’acquisto di stupefacente da parte della figlia, la madre 54enne si è vista costretta a chiamare il 112 ed a chiedere l’intervento della pattuglia. Quando i militari sono intervenuti l’hanno trovata fuori da casa, poiché la figlia dopo averla percossa e minacciata l’aveva cacciata fuori prendendosi le chiavi dell’abitazione ed il cellulare.

Accompagnata in caserma la vittima ha sporto querela contro la figlia 24enne enucleando una serie di episodi che si sono succeduti negli ultimi anni, sempre relativi alle incessanti richieste di denaro per l’acquisto di stupefacente ed alle liti violente che ne sono conseguite.

Non è bastato l’affido della ragazza ad una comunità di recupero per tossicodipendenti da cui è uscita un paio d’anni fa ricominciando la vita di prima, aggravando la sua dipendenza dalle droghe e frequentando gli ambienti di spaccio del centro cittadino.

Già nel mese di giugno la madre aveva denunciato presso la Questura di Terni la figlia per percosse, sperando che tale denuncia avrebbe potuto dissuaderla dal perseverare con tali comportamenti; nella disperazione più grande solo ieri la donna ha chiamato il 112 non vedendo altra via d’uscita e di “salvezza” per la figlia se non quella di affidarla alla giustizia.

La ragazza che già annovera precedenti oltre per percosse, violenza privata e maltrattamenti in ambito familiare è stata arrestata e tradotta presso la Casa Circondariale di Perugia “Capanne”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*