Coronavirus, ventilatori polmonari, continuano i problemi, uno requisito da Consip

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, Comitato Chianelli dona 20 mila euro per acquisto ventilatori polmonari

Coronavirus, ventilatori polmonari, continuano i problemi, uno requisito da Consip

Di dieci ventilatori polmonari donati dalla Fondazione Carisp di Perugia e da Colacem, ne sono stati due. Di questi uno è stato requisito da Consip. E’ quanto riporta oggi il Corriere dell’Umbria. I ventilatori sono stati già pagati, ma la concessionaria dei servizi informativi pubblici può fermarli per smistarli nelle altre regioni in difficoltà nell’emergenza Covid. L’unico ventilatore arrivato del lotto di 10 è stato consegnato ieri a Branca. L’Umbria ad oggi ha un fabbisogno di 68 ventilatori polmonari, ne sono arrivati 15 dal dipartimento centrale di protezione civile. Dei 58 già commissionati oltre 40 sono donati dai privati. Il problema – scrive il Corriere dell’Umbria – è che non arrivano nei tempi previsti. C’è il rischio che in Umbria arrivino tra più di un mese.

1 Trackback / Pingback

  1. Donatella Tesei è fuoco di fila di domande e accuse su Consip e ventilatori

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*