Truffa alle suore Monastero di Fossato di Vico, tutti assolti

 
Chiama o scrivi in redazione


Truffa alle suore Monastero di Fossato di Vico, tutti assolti

Truffa alle suore Monastero di Fossato di Vico, tutti assolti

Sentenza ribaltata dalla Corte d’appello del tribunale ‘perché il fatto non sussiste’. Il caso è quello del monastero di Fossato di Vico. L’accusa mossa nei confronti di tre imputati era quella di truffa aggravata (tentata e consumata) in concorso, nell’ambito dei lavori per la ricostruzione del monastero di Santa Maria della Fonte danneggiato dal terremoto del 1997. La Corte ha quindi decretato l’assoluzione del direttore dei lavori e di due amministratori dell’impresa che si occuparono degli interventi di ristrutturazione post sisma, dopo la condanna emessa lo scorso luglio. Lo riporta oggi La Nazione Umbria.

I fatti: Le suore del Monastero ottennero dalla Regione l’ammissione ai finanziamenti pubblici per la ricostruzione, per un importo di oltre un milione e 700mila euro. I lavori vennero affidati alla società in questione. Emersero – secondo le indagini, lavori incompleti per migliaia di euro e una maggiorazione dei costi rispetto a quelli sostenuti. Dopo le denunce scattarono gli accertamenti delle fiamme gialle che nel 2017 notificarono ai titolari dell’impresa edile un decreto di sequestro (per circa 600mila euro) emesso dal gip di Perugia. L’accusa fu quella di aver cercato di ottenere il pagamento per dei lavori non effettuati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*