Torna a casa ubriaco e picchia compagna puntando coltello alla gola

Denuncia un 36enne albanese per violenza domestica
Maltrattamenti in famiglia

Come in precedenti occasioni, L.E.E.Q., peruviano del 1964, è rientrato ubriaco nell’appartamento che divide con la compagna e i due hanno rapidamente iniziato a litigare. In quell’abitazione, non lontana da Parco Sant’Anna, la situazione è ben presto degenerata, tanto che dalle parole si è passati alle mani.

Pare che il sudamericano fosse infuriato con la sua donna per motivi sentimentali, e che per questo abbia iniziato a prenderla a schiaffi e a pugni, procurandole una ferita nella zona del cuoio capelluto che successivamente ha richiesto l’applicazione di alcuni punti di sutura.

Poi, stando a quanto l’aggredita ha riferito alla Volante, le ha chiesto insistentemente di dargli le chiavi dell’automobile, ma lei, accortasi del suo stato di ubriachezza, gliele ha negate nel timore che potesse finire col causare un incidente stradale. A questo punto, l’uomo non ci ha visto più, ha preso un grosso coltello da cucina e ha minacciato la compagna di ucciderla se non gli fossero state subito consegnate le chiavi.

Terrorizzata, la donna è riuscita a fuggire dall’appartamento e a chiamare il 113. E’ stato quindi necessario un immediato intervento della Volante affinché la signora fosse messa al sicuro e la situazione fosse riportata alla normalità.

In seguito, gli agenti hanno ricostruito l’accaduto e condotto il peruviano in Questura al fine di procedere nei suoi confronti. Infine, la Polizia ha denunciato L.E.E.Q. per i reati di minacce aggravate e lesioni personali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*