Tesei sulle zone rosse, “provvedimento pesante ma necessario”

 
Chiama o scrivi in redazione


Tesei sulle zone rosse, "provvedimento pesante ma necessario"

Tesei sulle zone rosse, “provvedimento pesante ma necessario”

“Abbiamo dovuto adottare un provvedimento pesante che presuppone sacrifici per tutti ma ho seguito le indicazioni e le richieste della sanità. Non solo quelle regionali ma anche dell’Istituto superiore. Un intervento duro, doloroso ma importante per evitare la diffusione del virus che è stato registrato da noi con la presenza nelle sue varianti, brasiliana ed inglese”. Lo ha ribadito la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei parlando dell’istituzione della zona rossa in provincia di Perugia e in sei comuni di quella di Terni ai microfoni di TgCom24.

© Protetto da Copyright DMCA

“Si tratta – ha detto ancora Tesei – di un’ordinanza sanitaria e utilizzata seguendo il principio della massima precauzione, su indicazione specifica della sanità regionale che si è confrontata a lungo con l’Istituto superiore di sanità. La presenza delle due varianti ci ha portato naturalmente ad utilizzare il sistema della zona rossa per la provincia di Perugia e per alcuni comuni del Ternano. Ho adottato – ha ricordato ancora Tesei – un principio di massima precauzione per evitare che il virus possa dilagare anche al resto dell’Umbria e alle regioni limitrofe. Credo che questo approfondimento che è stato fatto sia utile all’intero Paese e adesso anche altre Regioni stanno cominciando a intervenire con esami più approfonditi per isolare le varianti. La variante brasiliana è stata individuata il 10 gennaio e noi siamo riusciti a porre la questione all’Iss. Questo significa – ha concluso Tesei – che il sistema è in grado di poter reagire immediatamente”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*