TERNI, TRE ROMENI ARRESTATI PER FURTI DI RAME E RESISTENZA

RAME ATTREZZI DA SCASSO CARABINIERI CATENE MAZZA PETTORINA CARABINIERI(umbriajournal.com) TERNI – Ieri, nella tarda mattinata, i Carabinieri della Stazione di Papigno, coadiuvati da una pattuglia del NORM-al. Radiomobile e da una della Stazione di Sangemini, nel corso di uno specifico servizio hanno tratto in arresto 3 rumeni pluripregiudicati e ne hanno denunciato in stato di libertà un quarto, che si è dato alla fuga, tutti sui 30 anni e provenienti dal campo nomadi sito in Roma Tor Cervara, per “Tentato furto in concorso e Resistenza a P.U.”.I rumeni, sono stati sorpresi dai militari operanti all’interno della ex centrale elettrica in disuso “penna rossa” sita in via Carlo Neri, mentre erano intenti a tagliare, utilizzando vari attrezzi, spessi cavi di rame dall’interno di una vecchia turbina li installata per poi, una volta distaccati, asportare il prezioso “materiale”. Vistosi scoperti i prefati hanno provato a fuggire nei dedali del sito ma i Carabinieri intervenuti, grazie alla loro rapidità e perizia, sono riusciti a bloccarne tre mentre purtroppo uno, aiutato dalla configurazione del luogo, riusciva a darsi alla fuga, rendendosi irreperibile.

 

Durante le concitate fasi dell’arresto un Carabiniere è rimasto leggermente ferito riportando una escoriazione ad un braccio.

Gli arrestati sono stati associati presso le camere di sicurezza di questa caserma a disposizione dell’ A.G.. Questa mattina si terrà il procedimento per direttissima.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*