Si stanca di attendere al pronto soccorso e chiama la polizia

Via libera all’integrale ripristino dei servizi sanitari extra Covid ospedali di Pantalla e Spoleto

Si stanca di attendere al pronto soccorso e chiama la polizia

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto sono intervenuti presso l’Ospedale San Matteo degli Infermi, a seguito di una chiamata pervenuta presso la Sala Operativa, con la quale un uomo lamentava i lunghi tempi di attesa al Pronto Soccorso.

Gli operatori dell’Ufficio Controllo del Territorio, giunti immediatamente sul posto, hanno individuato e identificato l’uomo, un cittadino italiano – classe 1952 – che sentito in merito, ha dichiarato di aver discusso con il personale sanitario perché, nonostante avesse accompagnato la nuora in ospedale alle 7:30, intorno a mezzanotte non era ancora stata dimessa.

Il 70enne, stanco per quella lunga attesa, aveva quindi deciso di rivolgersi alla Polizia di Stato.

I poliziotti, a quel punto, hanno sentito il medico di turno che ha spiegato agli agenti che la donna era stata sottoposta a degli accertamenti che richiedevano tempi lunghi di attesa. A ritardare ulteriormente le procedure di dimissione, era stato anche l’arrivo di alcuni “codici rossi” sopraggiunti nel corso della giornata.

Dopo aver tranquillizzato l’uomo, gli operatori hanno invitato il 70enne a mantenere la calma e a mantenere un atteggiamento più consono al luogo.

1 Commento

  1. Sembrerebbe però che il tutto sia nato da un errore, chiamiamolo così, commesso dalla questura: hanno comunicato scambiato le sette e trenta del pomeriggio, cioè 19,30, con la mattina. E ci posso tranquillamente credere

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*