Tragico incidente a Pretola: padre investe accidentalmente il figlio di due anni

Il piccolo, trasportato d'urgenza in ospedale, è ora ricoverato. I carabinieri di Castel del Piano stanno indagando sull'accaduto.

Tragico incidente a Pretola: padre investe accidentalmente il figlio

Tragico incidente a Pretola: padre investe accidentalmente il figlio di due anni

I carabinieri di Castel del Piano stanno indagando su un tragico incidente avvenuto ieri pomeriggio a Pretola, dove un padre ha accidentalmente investito il suo bambino di due anni mentre faceva retromarcia con l’auto. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio, quando l’uomo, di origine kosovara e in visita in Italia con la famiglia, ha preso la macchina per uscire di casa. Per cause ancora da accertare, durante la manovra in retromarcia, ha colpito il figlio piccolo.

Appena resosi conto della gravità della situazione, scrive Francesca Marruco su il Corriere dell’Umbria di oggi, il padre, in preda allo choc, è immediatamente sceso dall’auto e, insieme alla moglie e a un parente che parla italiano, ha caricato il bambino in macchina per dirigersi verso l’ospedale. Durante il tragitto, il parente ha chiamato un’ambulanza, che ha incontrato la famiglia all’altezza di Madonna Alta, prendendo in consegna il piccolo.

Il bambino, arrivato in codice rosso al pronto soccorso, è stato sottoposto a tutti gli esami necessari e successivamente ricoverato. Le sue condizioni sono state attentamente monitorate dai medici, che hanno disposto il ricovero per ulteriori accertamenti e cure. Il padre, ancora sotto choc per l’accaduto, è stato affiancato dai carabinieri giunti in ospedale poco dopo l’incidente per avviare le indagini e ricostruire la dinamica dei fatti.

In un altro tragico episodio accaduto sempre ieri a Ponte San Giovanni, un ragazzino di circa 10 anni è stato investito sulle strisce pedonali. Secondo il padre del bambino, il cantiere presente nella zona ha reso la visibilità molto scarsa, contribuendo all’incidente. Il piccolo è stato portato in pronto soccorso in codice rosso, ma fortunatamente le lesioni riscontrate si sono rivelate meno gravi del previsto, portando un po’ di sollievo ai familiari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*