Sequestrati addobbi natalizi pericolosi, molti incendi abitazioni causati dall’albero

 
Chiama o scrivi in redazione


Escrementi di topo su alimenti, Nas Perugia chiude due ristoranti
nas carabinieri

Sequestrati addobbi natalizi pericolosi, molti incendi abitazioni causati dall’albero

Raffica di controlli da parte dei carabinieri del Nas Umbria, guidati dal tenente colonnello Giuseppe Schienalunga. I militari hanno proceduto al sequestro di quasi 700 confezioni di prodotti risultati non in regola per un valore di mercato complessivo pari a quasi 11mila euro. I Nas nel corso dei loro controlli, hanno sequestrato confezioni di prodotti privi delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana.

Tra i prodotti sequestrati ci sono le lucine di Natale (lampadine led multicolore), alberi di Natale luminosi, pupazzi natalizi a batteria, bambole cinesi, carillon a batteria, sensori di parcheggio per auto, bilance, ridotti per la pulizia, lettori mp3, prodotti di elettronica in generale, lampade varie, laser, e articoli da regalo di vario genere sia elettrici che elettronici.

Ottomila euro circa le sanzioni scattate a seguito degli accertamenti.  La vigilanza dei Nas, in questo periodo, è particolarmente attiva nel settore degli articoli natalizi a funzionamento elettronico. La normativa, infatti, prevede che gli stessi debbano riportare la marcatura CE, strumento utile ad attestare che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza.

I consigli dei vigili del fuoco:

Con l’inizio di dicembre in tutte le case è tradizione fare l’albero di natale. Un bell’albero addobbato crea atmosfera e trasmette calore, però nasconde anche dei pericoli. È proprio nel periodo natalizio, infatti, che si ha un aumento degli incendi in appartamento spesso causati proprio dall’albero di natale. Un malfunzionamento delle catene luminose, l’eccessiva vicinanza a fonti di calore ( camini, candele, etc.), la cattiva qualità dei materiali con i quali è realizzato questo simbolo natalizio ed ecco che un giorno di festa si può tramutare in tragedia. Perché ciò non accada è opportuno seguire alcuni accorgimenti:

  • Innanzitutto la scelta dell’albero. Se preferite un albero artificiale verificate che sia del tipo autoestinguente. Controllate che sia indicato sulla confezione o nelle istruzioni all’interno (a volte è scritto ignifugo o non infiammabile). Qualora preferite un albero naturale controllate che, all’atto dell’acquisto, non sia già secco. Verificate ad esempio che il colore degli aghi sia verde intenso oppure che gli aghi stessi non si stacchino facilmente. Un albero secco in presenza di fiamme si incendia molto velocemente (può bruciare completamente nell’arco di 20-30 secondi).
  • Qualora invece si scelga un albero naturale è da preferire un abete vivente, cioè piantato con le radici nel vaso. Anche in questo caso verificatene la stabilità (grandezza del vaso sufficiente e ricordatevi di innaffiarlo periodicamente per evitare che si secchi).
  • Se avete scelto un albero artificiale attenzione al piedistallo dove è montato. Controllate che sia di grandezza adeguata. Un albero con un piedistallo troppo piccolo può rovesciarsi facilmente. Qualora in casa ci siano dei bambini legare l’albero ad un mobile.
  • Posizionate l’albero di natale lontano da materiale infiammabile quali, ad esempio: tende, mobili imbottiti o tovaglie.
  • Se in casa ci sono bambini piccoli state attenti al posizionamento delle decorazioni. Per esempio attaccate le palle di vetro più in alto, in modo che queste non possano venire raggiunte dai bambini. I cocci di una palla rotta possono creare delle gravi ferite. Inoltre attenzione agli addobbi troppo piccoli, potrebbero venire ingeriti dai bambini.
  • Evitate di utilizzare candele.
  • Attenzione ad utilizzare solo catene luminose con il Marchio CE. Meglio se anche con il marchio di sicurezza di un organismo di certificazione volontario tipo IMQTÜVGSecc..
  • Preferite le catene luminose alimentate da un trasformatore. Si evitano in questo modo possibili e pericolosi surriscaldamenti delle luci.
  • Non improvvisatevi elettricisti. Non “sovraccaricare le prese”. Preferite le cosiddette “ciabatte elettriche” (raccomandiamo anche per queste la qualità come per le luci).
  • Non lasciate le luci accese di notte o quando non si è in casa.
  • Utilizzate per l’esterno solo catene luminose specifiche e a bassa tensione (12 o 24 Volts), cioè alimentate da un trasformatore. Controllate che sulla confezione o nel suo interno sia indicato che è possibile l’uso esterno.
  • Leggete sempre tutte le avvertenze dei componenti elettrici che utilizzate.
  • Evitate di nascondere prese, fili e trasformatori dietro carta, regali o peggio ancora tende.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*