Scoperta attività ricettiva abusiva con 7 appartamenti e 2 piscine

 
Chiama o scrivi in redazione


Scoperta attività ricettiva abusiva con 7 appartamenti e 2 piscine

Scoperta dai Carabinieri Forestali di Passignano sul Trasimeno, in una località del Comune, un’attività ricettiva abusiva costituita da un complesso residenziale di vari appartamenti e 2 piscine. E’ stato controllato un appartamento che risultava arredato e completo di cucina, ma alla richiesta di esibire la documentazione necessaria all’esercizio dell’attività ricettiva, i titolari non sono stati in grado di fornire la documentazione.

I carabinieri hanno così scoperto che i gestori non avevano mai presentato la necessaria “Segnalazione Certificata di Inizio Attività” (S.C.I.A.) prevista dalla L.R. nr. 8/2017 (Legge Regionale Turismo), art. 2 comma l e 2.

E” stata quindi elevata la sanzione amministrativa di 3.333,33 euro, prevista dall’art. 39 comma 1 della stessa L.R. nr. 8/2017. Successivamente è stata richiesta ed ottenuta dal Comune di Passignano sul Trasimeno l°ordinanza per la cessazione immediata dell°attività condotta in composta di 7 unità immobiliari in quanto l’attività turistica è risultata essere sprovvista dei necessari titoli abilitativi.

COSA ACCADRA'?
L’ordinanza resterà in vigore fino al conseguimento di tutti i titoli necessari all’esercizio dell’attività compresi quelli edilizi e sanitari oltre a quelli citati in materia di ricettività.

La predetta struttura si pubblicizzava attraverso un proprio sito internet e motore di ricerca Booking.com.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*