Scongiurare Umbria in fascia rossa, in arrivo le mini zone rosse

 
Chiama o scrivi in redazione


Scongiurare Umbria in fascia rossa, in arrivo le mini zone rosse

Scongiurare Umbria in fascia rossa, in arrivo le mini zone rosse

La Regione per evitare che tutta l’Umbria sprofondi in zona rossa, potrebbe decidere di creare mini zone rosse con restrizioni a carattere locale.  Ad affermarlo sono stati l’assessore alla salute Luca Coletto e il direttore regionale Claudio Dario durante il consueto aggiornamento settimanale sullo scenario legato all’emergenza sanitaria in Umbria.

© Protetto da Copyright DMCA

“La zona rossa dichiarata sui dati di 14 giorni fa ha poco significato – ha affermato Dario – ma se vediamo i dati dell’ultima settimana si può cogliere che c’è stata una accelerazione importante sia sui ricoveri ordinari che di terapia intensiva”.

Ma a preoccupare la Regione è anche la situazione epidemiologica che ad oggi vede una netta separazione tra le province di Perugia (234,11 positivi per 100 mila abitanti) e Terni (69,81 casi per 100 mila abitanti). Per i dati riguardo l’incidenza sul territorio (numero di positivi per 100 mila abitanti) “ci troviamo quindi di fronte a variazioni sui singoli comuni e aree della regione che sono significativi. Tra Perugia e Terni c’è una differenza che si è evidenziata ulteriormente nelle ultime settimane con livelli importanti, in alcuni casi con rapporto di 5 a 1 e in altri casi di 10 a 1”.

I Comuni a maggior rischio sono Perugia (350 contagi ogni 100mila abitanti), Magione (304), Deruta (741), Marsciano 414), Umbertide (192), Foligno (238), Gubbio (240) e Città della Pieve 246).

La commissione tecnica regionale, come ha sottolineato l’assessore Coletto, sta quindi cercando di esaminare bene la situazione per valutare interventi mirati: “Il rischio da scongiurare è quello di non costringere tutta la regione in zona rossa, prendendo dei provvedimenti locali. Cercheremo comunque di essere quanto più equilibrati possibile”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*