Rudy Guede dopo scarcerazione rischia l’espulsione, ora chiede asilo

Omicidio Meredith Kercher, servizi sociali per Rudy Guede

Rudy Guede dopo scarcerazione rischia l’espulsione, ora chiede asilo

Rudy Guede ha pagato il suo debito con la giustizia, dopo essere stato condannato a 16 anni per l’omicidio di Meredith Kercher. Ora vuole rimanere in Italia, ma rischia di essere espulso. L’ordinamento italiano (articolo 235 del Codice penale) prevede: «il giudice ordina l’espulsione dello straniero…, oltre che nei casi espressamente previsti dalla legge, quando lo straniero… sia condannato alla reclusione per un tempo superiore ai due anni».


Fonte: Nazione Umbria


A Guede è stata inflitta una pena di 16 anni, espiata, e ora dovrebbe, per norma, essere espulso. Ma l’ivoriano ha presentato domanda di protezione internazionale che sospende le pratiche. In attesa che la Commissione territoriale risponda alla sua richiesta, è in possesso di un permesso di soggiorno temporaneo.

Qualora la richiesta di protezione internazionale venisse rigettata, Guede (entro 30 giorni dalla notifica) potrà presentare ricorso al Tribunale ordinario. Nel frattempo, in attesa della decisione definitiva  potrà restare in Italia con il permesso di soggiorno concesso a chi chiede asilo.

«Ha commesso un reato gravissimo e deve essere espulso immediatamente» aveva commentato l’avvocato Luca Maori, difensore di Raffaele Sollecito, subito dopo l’ordine di scarcerazione. Raffaele Sollecito e Amanda Knox vennero arrestati per l’omicidio di Meredith.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*