Presunta violenza sessuale a Gallipoli, arrivano gli esami tossicologici

 
Chiama o scrivi in redazione


Presunta violenza sessuale a Gallipoli, arrivano gli esami tossicologici

Nessuna traccia della droga dello stupro nei drink, nessun rapporto completo e niente lesioni. E’ quanto emerge dagli esami tossicologici effettuati dopo la denuncia della perugina in vacanza a Gallipoli. Lo riporta oggi il Corriere dell’Umbria. La  ragazza ai carabinieri aveva detto che temeva di essere stata stuprata, ha raccontato di accusare dolori molto forti al basso ventre e di avere un vuoto di memoria.

I carabinieri di Gallipoli hanno interrogato due ventenni italiani coinvolti nella denuncia di presunto stupro. Uno di loro si è appartato con la giovane e quando lei ha perso i sensi, per l’abuso di alcol ha chiamato i soccorsi. E’ successo fuori da una discoteca in zona Baia verde. E’ stata sentita anche l’amica della perugina, che ha confermato la versione dei fatti. La ragazza è già tornata a Perugia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*