Polizia arresta latitante, avvocato straniero condannato a 7 anni di carcere

Lo straniero è stato associato alla Casa circondariale di Perugia – Capanne

 
Chiama o scrivi in redazione


Polizia arresta latitante, avvocato straniero condannato a 7 anni di carcere
Francesca Domenica Di Luca

Polizia arresta latitante, avvocato straniero condannato a 7 anni di carcere

La polizia di Assisi ha arrestato un avvocato brasiliano di 56 anni, che al momento del fermo si trovava in una struttura ricettiva dell’assisiate. Era ricercato internazionale e deve rispondere per essersi appropriato indebitamente di 100 mila euro . Sul capo del brasiliano, che era stato condannato a 7 anni di reclusione nel 2019 nel suo Paese, pende l’accusa di falsa documentazione e contraffazione di documenti per fatti risalenti al 2006.

POLIZIA DI STATO – L’uomo, nell’esercizio della sua funzione di avvocato di una importante fondazione brasiliana deputata alla promozione della cultura e della formazione e assistenza sociale, si è appropriato indebitamente di un’ingente somma di denaro  ammontante a quasi 100.000 euro.
Il ricercato, secondo quanto riferito dalla Questura di Perugia, era stato condannato nel 2019 a sette anni di reclusione nel suo paese. Il latitante, come già detto, era stato accusato dalle Autorità brasiliane del reato di falsa documentazione e contraffazione di documenti. Tali fatti risalirebbero al 2006.

L’operazione è stata resa possibile grazie alla stretta collaborazione tra gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Assisi, al seguito del vice questore aggiunto, Francesca Domenica Di Luca, ed il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza.

Lo straniero è stato associato alla Casa circondariale di Perugia – Capanne, e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*