Perugia, commerciante investito mentre tenta di evitare un suicidio

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia, commerciante investito mentre tenta di evitare un suicidio

Perugia, commerciante investito mentre tenta di evitare un suicidio

di Rossano Pastura
Investito da un’auto mentre tenta di sventare un possibile suicidio. E’ quanto capitato, nella serata di lunedì, al gestore di un locale di Perugia, in zona Tre Archi. Nel tardo pomeriggio di lunedì, all’ora di chiusura dei negozi, una ragazza, a seguito di una accesa lite con un giovane, probabilmente il fidanzato, ha minacciato di compiere un gesto estremo. La scena si è svolta in prossimità del centro storico di Perugia, subito fuori dai Tre Archi, dove la strada di accesso al centro si affaccia sulla sottostante via Roma.

Proprio da quel muretto che delimita la carreggiata, la giovane donna minacciava di buttarsi nel vuoto. Il motivo del gesto estremo sarebbe stata una accesa lite per motivi non ben chiariti, forse una scenata di gelosia o forse qualcosa di più grave. Fatto sta che la donna, come riportato da alcuni testimoni, dopo aver gridato qualcosa all’uomo che rispondeva insultandola, ha iniziato ad urlare “Mi butto, guarda che mi butto”, dirigendosi verso il parapetto che dà su via Roma.

Alla scena hanno assistito diversi passanti, che a quell’ora animano la zona di Corso Cavour e delle vie che dall’acropoli perugina portano verso piazza Partigiani ed i parcheggi coperti. Un uomo di 53 anni, titolare di una nota pizzeria che si affaccia sulla porta di accesso alla città, vedendo la ragazza salire a cavalcioni sul muretto, ha deciso di intervenire per scongiurare un possibile gesto estremo. Purtroppo, mentre percorreva di corsa la strada verso l’altro lato nel tentativo di afferrare la ragazza e farla desistere dalle sue intenzioni, veniva centrato da un’automobile che giungeva da Largo Cacciatori delle Alpi.

L’uomo, animato dalla volontà di salvare una giovane vita, ha attraversato la strada, che in quel punto si dirama in tre corsie, e non si è reso conto del mezzo che sopraggiungeva. L’automobilista non ha potuto far nulla per evitare l’impatto, visto che l’esercente è sbucato all’improvviso, coperto proprio da uno dei pilastri dell’arco. Per fortuna l’impatto non è stato violento e non ha causato traumi gravi all’uomo, che è stato trasportato pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia con un codice verde.

La nobile azione del 53enne e il trambusto che ne è conseguito con l’arrivo dell’ambulanza, hanno comunque fatto desistere la giovane dalle sue intenzioni. La ragazza si è immediatamente dileguata. L’uomo protagonista della lite, dopo essere stato individuato da alcuni passanti che avevano assistito alla scena, alla richiesta di spiegazioni sul perché della discussione, si è innervosito, dandosi alla fuga e dileguandosi fra le traverse di Corso Cavour. Una brutta avventura per il ristoratore perugino, che va lodato per il senso civico e la volontà di aiutare una giovane donna che, al di là dell’episodio specifico, ha dimostrato una fragilità caratteriale che l’avrebbe indotta ad un gesto estremo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*