Ospedali umbri in grande difficoltà, già ricoverati 170 casi Covid, manca il personale

 
Chiama o scrivi in redazione


Ospedali umbri in grande difficoltà, già ricoverati 170 casi Covid, manca il personale

Aumentano i contagiati da coronavirus: a ieri erano 170 ricoverati, di cui 20 in terapia intensiva. Quasi tutti gli ospedali hanno dei ricoverati covid. Sono 29 a Città di Castello, 14 a Foligno, 51 a Perugia, 57 a Terni e 19 a Pantalla. I ricoverati in terapia intensiva sono 10 a Perugia e 10 a Terni. Questi i valori al 20 ottobre 2020.

Il problema è sempre lo stesso che si era già presentato con la prima ondata: con un numero di positivi così elevato, il personale a disposizione non è in grado di tracciare con rapidità chi è venuto a contatto con una persona affetta da Covid.

I dipartimenti Asl indietro di 5 giorni per raggiungere i contatti dei positivi. E’ quanto scrive oggi Michele Nucci de la Nazione Umbria. In media sono tra i 20 e i 30 ogni positivo e se in un giorno come ieri ce ne sono duecento, significa chiamare 4/6 mila persone. Ieri ad esempio si stavano esaminando i casi di positività del 15 e 16 ottobre. Le persone se sanno di aver avuto contatti con positivi al virus, si mettono spontaneamente in quarantena in attesa di capire cosa debbono fare. Se si tratta di asintomatici va tutto bene, ma se si tratta di persone con sintomi, il problema diventa più grande.

Durante la prima fase c’era la presenza di volontari a supportare il personale di ruolo. Elementi che ora stanno mancando e questo rischia di far saltare il sistema di tracciamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*