Operazione Spada, assolti tutti i 19 imputati a Terni

 
Chiama o scrivi in redazione


Fiorini e Cini, Lega, il sindaco mantenga la parola data e si dimetta

Operazione Spada, assolti tutti i 19 imputati a Terni

Il giudice del tribunale di Terni ha assolto oggi tutti i 19 imputati, tra cui l’ex sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo (Pd), del processo ‘Spada’ scaturito dall’indagine relativa a presunte irregolarità nell’affidamento di alcuni appalti comunali. L’inchiesta, nel maggio 2017, aveva portato agli arresti domiciliari, con l’accusa di turbata libertà degli incanti, lo stesso Di Girolamo, insieme all’allora assessore comunale ai Lavori pubblici, Stefano Bucari.

Gli appalti finiti sotto inchiesta riguardavano la manutenzione del verde pubblico, la gestione della Cascata delle Marmore e quella dei cimiteri cittadini.

Il pm Matthias Viggiano, nelle precedenti udienze, aveva chiesto condanne comprese tra sei mesi e due anni e 4 mesi. Due anni e un mese la richiesta che era stata avanzata nei confronti di Di Girolamo e Bucari. Il Comune di Terni si era invece costituito parte civile, chiedendo un risarcimento di 200 mila euro.

Tra gli imputati assolti 13 membri delle diverse giunte Di Girolamo, due dirigenti comunali, un funzionario e il rappresentante di una cooperativa sociale.

“Una bellissima notizia: sono contenta per Leopoldo Di Girolamo e Stefano Bucari e tutti gli altri amministratori coinvolti nell’indagine di Terni che portò agli arresti domiciliari, all’interruzione del mandato amministrativo e alle elezioni comunali che la Destra a guida Lega vinse sotto l’onda giustizialista. Oggi Assolti perché il fatto non sussiste !!!! Io non avevo mai avuto dubbi sulla loro onestà personale ma ricordo bene le posizioni pelose di alcuni esponenti Pd ed anche parlamentari !!!! PS: complimenti anche agli Avvocati della Difesa”. Lo scrive la ex presidente Catiuscia Marini.

“La sentenza del Tribunale di Terni, che ha mandato assolti ‘perché il fatto non sussiste’ il Sindaco Leo Di Girolamo e tutti gli altri assessori e amministratori é una bella notizia. Che conferma quanto sapevamo e affermammo all’epoca dell’inchiesta, degli arresti e delle drammatiche conseguenze per il Comune e la comunità ternana: che non solo per il PD ma per tutti, Di Girolamo e gli amministratori che aveva scelto erano persone perbene; che avevamo fiducia nel loro operato e nella loro capacitá di dimostrare piena correttezza difendendosi a testa alta nel processo. La sentenza di oggi restituisce anche formalmente quell’onore e quella stima che non erano mai venuti meno anche se certamente non ripaga di tante amarezze e tanti dolori sopportati anche a causa di immotivate spettacolarizzazioni dell’inchiesta e di campagne politiche e giornalistiche i cui autori oggi dovrebbero molto riflettere. Certo, se non ci fosse stato tutto questo anche la storia politica della città sarebbe stata diversa e anche questo è elemento di amarezza riflessione”. Così in una dichiarazione il deputato e Commissario del PD Walter Verini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*