OMICIDIO SPELLO, TRACCE DI SANGUE IN CASA, MARITO INDAGATO

RIS a casa della coppia (2)(umbriajournal.com) SPELLO – Giovanni Miceli, 67 anni, è accusato di aver ucciso la moglie Olga Dunina, la 62enne badante ucraina trovata morta ieri all’interno di uno scatolone a Spello. L’uomo e’ stato iscritto nel registro degli indagati da parte della procura di Perugia, che ha aperto un fascicolo per l’omicidio della donna.

Continuano le ricerche da parte dei carabinieri dell’uomo. Gli inquirenti lo cercano anche fuori dall’Umbria e non si escludono che implicate nel delitto ci siano piu’ persone date le dimensioni e il peso dell’involucro in cui e’ stato chiuso il corpo della donna. Gli investigatori hanno isolato delle tracce di sangue nella stanza da letto che avevano preso in un affittacamere. Inoltre, è stato appurato come sia stato lui a prendere da un negozio di abbigliamento di Foligno, uno degli scatoloni in cui era contenuto il cadavere di sua moglie.

La posizione dell’uomo, comunque si aggrava anche alla luce delle testimonianze raccolte dagli inquirenti. Gli altri residenti nella casa famiglia di Foligno, infatti, hanno raccontato che Olga e il marito litigavano molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*