Non dovevano essere lì ma in comunità, uomo donna arrestati dai Carabinieri

I due sono stati destinatari di un provvedimento di carcerazione

Non dovevano essere lì ma in comunità, uomo donna arrestati dai Carabinieri

Non dovevano essere lì ma in comunità, uomo donna arrestati dai Carabinieri

I carabinieri di Spoleto hanno arrestato una donna di 41 anni e un uomo di 49, entrambi sottoposti alla misura alternativa dell’affidamento in prova presso due comunità ricadenti in area.

  • destinatari di un provvedimento di carcerazione

I due sono stati destinatari di un provvedimento di carcerazione emesso dal Magistrato di sorveglianza a seguito di violazioni alle prescrizioni delle misure in atto riscontrate nell’ambito dei controlli.

  • maltrattamenti in famiglia e lesioni personali

L’uomo, che sconta una pena per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali , è stato associato presso il carcere di Spoleto mentre per la donna, che risponde del delitto di evasione, si sono aperte le porte del Carcere di Capanne.

Nel corso degli ultimi giorni sono stati intensificati i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Spoleto finalizzati principalmente a verificare il rispetto della normativa anti-contagio. Numerose sono state le persone identificate e gli esercizi commerciali controllati sia nel territorio del comune di Spoleto che dei comuni vicini.

  • dieci automobilisti sono stati sanzionati

All’esito dei controlli dieci automobilisti sono stati sanzionati amministrativamente per violazioni di diversa natura al Codice della Strada, un uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica per guida in stato di ubriachezza e una ragazza di 25 anni è stata segnalata alla Prefettura di Perugia quale assuntrice di stupefacenti e anche poiché trovata in possesso di un modico quantitativo di Eroina.

I due sono stati destinatari di un provvedimento di carcerazione emesso dal Magistrato di sorveglianza a seguito di violazioni alle prescrizioni delle misure in atto riscontrate nell’ambito dei controlli.

L’uomo, che sconta una pena per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali , è stato associato presso la casa di reclusione di Spoleto mentre per la donna, che risponde del delitto di evasione, si sono aperte le porte del Carcere di Capanne.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*