Narni riparte con gli atti vandalici, la città si risveglia ferita

 
Chiama o scrivi in redazione


Narni riparte con gli atti vandalici, la città si risveglia ferita

da Tramini Luca Capogruppo Movimento 5 Stelle Narni
“Narni riparte con gli atti vandalici. Dopo i primi sprazzi di normalità la città si risveglia ferita. Una realtà come Narni che ora più che mai, come tutt’Italia, deve pensare a ripartire, deve pensare a ricostruire il proprio futuro ed ha davanti davanti a sé una sfida importante, che passa anche per il turismo non può permettersi comportamenti del genere. 

Anche perché sembrano provenire dai soliti volti noti, soggetti che hanno continuato sempre a girare, anche quando c’era il lock down,chissà che cosa dovevano fare, anzi alcuni graffiti secondo alcune segnalazioni sono proprio apparsi nel periodo più ferreo di lockdown.

Crediamo che sia ora di dare un taglio netto con queste realtà soprattutto in un momento come questo che serve l’aiuto di tutti per ripartire. In ogni caso verrà segnalato tutto alle autorità competenti e chiediamo immediatamente la pulizia di queste oscenità dai muri della nostra Narni.

Narni riparte con gli atti vandalici. Dopo i primi sprazzi di normalità la città si risveglia ferita. Una realtà come Narni che ora più che mai, come tutt’Italia, deve pensare a ripartire, deve pensare a ricostruire il proprio futuro ed ha davanti davanti a sé una sfida importante, che passa anche per il turismo non può permettersi comportamenti del genere. 

Anche perché sembrano provenire dai soliti volti noti, soggetti che hanno continuato sempre a girare, anche quando c’era il lock down, chissà che cosa dovevano fare, anzi alcuni graffiti secondo alcune segnalazioni sono proprio apparsi nel periodo più ferreo di lockdown.

Crediamo che sia ora di dare un taglio netto con queste realtà soprattutto in un momento come questo che serve l’aiuto di tutti per ripartire. In ogni caso verrà segnalato tutto alle autorità competenti e chiediamo immediatamente la pulizia di queste oscenità dai muri della nostra Narni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*