Muratore muore a Bastia, ma l’ambulanza arriva un’ora dopo, i figli denunciano

Muratore muore a Bastia, ma l’ambulanza arriva un’ora dopo, i figli denunciano

Muratore muore a Bastia, ma l’ambulanza arriva un’ora dopo, i figli denunciano. Si è accasciato a terra in via Firenze a Bastia Umbra. Erano le 22, ma l’ambulanza del 118 sarebbe arrivata circa un’ora dopo. E’ quanto accaduto mercoledì scorso nella cittadina del Palio de San Michele. A sentirsi male un uomo di 56 anni, originario di Napoli, ma da tempo residente di città. La notizia è riportata oggi dalla Nazione Umbria in un articolo a firma di Erika Pontini. Di quanto accaduto se ne parla da giorni in città e anche sui social la gente ha fatto la sua parte.

Il 56enne quando l’ambulanza è arrivata era già morto, stroncato da un infarto. E’ adesso i tre figli presentano la denuncia ai carabinieri di Bastia per vederci chiaro e verificare eventuali responsabilità nella morte. Il pubblico ministero Valentina Manuali ha aperto un’indagine per omicidio colposo contro ignoti, disposto l’acquisizione dei tabulati telefonici per verificare l’orario delle chiamate al numero di emergenza, l’audio delle chiamate e fatto eseguire l’autopsia sul corpo dell’uomo.

LEGGI ANCHE: Incidente stradale con due feriti a Bastiola, coinvolta una bambina [Video]

Il decesso – secondo l’esame – sarebbe avvenuto per arresto cardiocircolatorio per infarto acuto del miocardio. Forse un intervento tempestivo poteva salvare la vita al 56enne. Ma per questo serviranno ulteriori accertamenti.

Le prime chiamate al 118 sarebbero arrivate intorno alle 22 da parte dei passanti. Poi sul posto sono sopraggiunti i familiari che hanno tempestato il numero salva-vita chiedendo di fare presto. Ma sembra che l’ambulanza sia riuscita a raggiungere l’uomo solo pochi minuti prima delle 23 e a constatarne il decesso alle ore 23.20. Così come risulta dalla scheda del 118 acquisita agli atti. I figli sono assistiti dall’avvocato Andrea Ulivucci.

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*